:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Biblioteca

Cerca
Cerca in tutto il sito
Stampa Stampa

LA STRADA PER L'AFRICA

La vita di Anacleto Dal Lago al Cuamm

Medici con l'Africa Cuamm

Editore: Publistampa edizioni Anno: 2017

LsplAOltre 1600 i cooperanti partiti con Medici con l’Africa Cuamm dopo di lui: “Idealista pragmatico” e ispiratore della cooperazione italiana allo sviluppo, una figura che ancora oggi può insegnare molto ai giovani, medici e non, che vogliono fare la propria parte.
“La strada per l’Africa” è il titolo del libro realizzato da Medici con l’Africa Cuamm e dedicato al professor Anacleto Dal Lago, primo medico partito con il Cuamm per l’Africa e storica mente scientifica e progettuale dell’organizzazione. Classe 1923, originario del vicentino, laureatosi in medicina a Padova nel 1948, dove ha poi insegnato anatomia umana per dieci anni, il professor Dal Lago è stato una figura di riferimento non solo per il Cuamm, ma anche per la cooperazione internazionale italiana, contribuendo negli anni Settanta alla scrittura della prima legge italiana sulla cooperazione con i paesi in via di sviluppo. Il libro, la cui introduzione è firmata dallo scrittore Alessandro Mari, nasce da un’idea di Maurizio Murru, storico medico Cuamm, ed è frutto di un lavoro di due anni di amici ed ex colleghi del professore. Alternando il racconto degli snodi cruciali della storia recente dell’Africa con aneddoti personali e materiale d’archivio originale, “La strada per l’Africa” si allontana da ogni intento celebrativo, ma cerca piuttosto di creare un ponte tra la storia passata di Medici con l’Africa Cuamm e l’impegno presente, con le nuove generazioni di medici che continuano a partire per l’Africa.

Stampa Stampa