:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Pagine

Cerca
Cerca in tutto il sito
Stampa Stampa

Gerusalemme nello scacchiere geopolitico mediorientale

Intervista ad Ali Rashid

di (a cura di Mostafa El Ayoubi)

Testata: Confronti

Numero: n. 1 – gennaio 2018

La decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele ha scatenato forti e ampiamente diffuse polemiche, nonché reazione di condanna a livello internazionale. Netta è stata la presa di distanza dell’Unione europea e dell’Onu da questa decisione ritenuta in netta contraddizione con il diritto internazionale. I primi diretti interessati a questa ulteriore crisi mediorientale sono i palestinesi e gli ebrei israeliani. Quali sono le conseguenze di questo gesto di Trump sul conflitto israelo-palestinese? 

allegato_articolo_1322018_1540.pdf

Stampa Stampa