:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

10 Libri Sociali

Cerca
Cerca in tutto il sito in Cultura
Stampa Stampa

IO E MR PARKY

Un dialogo con la malattia nel quale, attraverso il filtro dell'ironia, si affrontano i temi inevitabili di sempre: la libertà, il destino, la fragilità del corpo di fronte alle ingiurie del tempo. “Guardando dentro e fuori se stesso, ebbe come l'impressione che qualcuno fosse venuto a occupare parte del suo spazio interiore, oltre che parte delle sue circonvoluzioni cerebrali. Una sorta di homunculus che albergava dentro di lui. Mr Myself diede pure un nome a costui: lo chiamò Mr Parky.”

Andrea Bonomi

Editore: Bompiani Anno: 2016

IeMPA un professore universitario in pensione viene diagnosticata una malattia neurodegenerativa. Da quel giorno è costretto a confrontarsi con una nuova identità, che si affianca alla sua. Decide così di rendere conto di questa realtà grazie a una forma di scrittura per lui del tutto inedita, allestendo una struttura narrativa in cui si alternano le vicende di personaggi reali o immaginari: ciascuno con la propria storia e con la propria voce. In virtù di uno sguardo disincantato, la narrazione di un percorso personale si trasforma progressivamente in una riflessione sul declino che attende ogni organismo alle prese con il gran gioco della vita. La conclusione naturale di questo itinerario è un dialogo con la malattia stessa (identificata con il personaggio di Mr Parky), nel quale, attraverso il filtro dell'ironia, si affrontano i temi inevitabili di sempre: la libertà, il destino, la fragilità del corpo di fronte alle ingiurie del tempo.

Stampa Stampa