:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

10 Libri Sociali

Cerca
Cerca in tutto il sito in Cultura
Stampa Stampa

LA FINANZA AD IMPATTO SOCIALE

La finanza d'impatto - uno dei temi più attuali e dibattuti in Italia e all'estero - ha come scopo essenziale procurare benefici sociali e ambientali per la collettività, mediante un'attività imprenditoriale tesa a generare profitto. Un sostegno con...

Claudia Gonnella, Silvia Cerlenco – prefazione di Stefano Zamagni

Editore: Ecra - Edizioni del Credito Cooperativo Anno: 2017

fic La finanza d'impatto - uno dei temi più attuali e dibattuti in Italia e all'estero - ha come scopo essenziale procurare benefici sociali e ambientali per la collettività, mediante un'attività imprenditoriale tesa a generare profitto. Un sostegno concreto al welfare, laddove lo Stato e la mano pubblica faticano ormai ad arrivare. Nella finanza d'impatto - espressione che indica "un insieme di investimenti in società, organizzazioni e fondi, con l'intenzione di generare un impatto quantificabile a livello sociale e ambientale oltre che rendimenti finanziari" - la finanza torna ad essere un mezzo e non più soltanto un fine. I cui benefici sociali e ambientali, come indica la definizione, devono poter essere misurati. Il mercato dell'impact finance nel mondo, considerato ancora di nicchia, vale circa 40 miliardi di dollari, ma si stima che nel 2020 potrebbe raggiungere la cifra di 1.000 miliardi di dollari. Questo testo soddisfa, in modo egregio, una duplice esigenza, oggi più acuta che mai. Per un verso, quella di offrire una sorta di explicatio terminorum a beneficio di tutti coloro per i quali quello della moderna finanza appare (ancora) un linguaggio esoterico. Lodevole è perciò lo sforzo profuso da Claudia Gonnella e Silvia Cerlenco per cercare di chiarire il significato e l'uso dei tanti termini del nuovo vocabolario finanziario. Per l'altro verso, questa pubblicazione è di grande aiuto per far comprendere la reale portata e il significato proprio della valutazione d'impatto sociale (VIS) come elemento caratterizzante l'agire dei soggetti del Terzo settore. È questa un'esigenza quanto mai avvertita, oggi, dopo che con Legge 6 giugno 2016, n.106, il nostro Parlamento ha finalmente approvato la delega al Governo per la prima riforma organica del Terzo settore. È in questa legge, infatti, che viene introdotto per la prima volta nel nostro Paese l'obbligo, in capo agli enti del Terzo settore, di adoperarsi per dare conto dell'impatto sociale delle attività da essi realizzate. Preziosa è, pertanto, l'iniziativa che la Fondazione Tertio Millennio ha voluto porre in essere, pubblicando questo piccolo ma denso manuale.

Stampa Stampa