:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Photogallery

Cerca
Cerca in tutto il sito in Photogallery
Stampa Stampa

Progetto T4: 300 mila i disabili 'sistematicamente' sterminati

Lo sterminio delle persone con disabilità è stato l’inizio di ciò che poi si rivelerà la Shoah. Nel "biennio 1940 – 41" con la realizzazione del progetto T4 e successivamente con l’operazione segreta 14 f 13 il regime nazista eliminò circa 300 mila disabili. Una storia che pochi conoscono e che invece merita di fare parte della memoria collettiva. Le foto proposte fanno parte di una mostra dal titolo "In Memoriam" curata dall'Agenzia per la Vita Indipendente (AVI – Roma) e frutto di una lunga e laboriosa ricerca effettuata dal prof. Michael Von Cranach, direttore dell'Istituto psichiatrico di Kaufbeuren presso gli Archivi della Clinica da lui diretta. Le immagini testimoniano le atrocità nei confronti delle persone con disabilità durante il nazismo attraverso documenti riguardanti singoli casi che ben fanno emergere la tragedia vissuta da migliaia di famiglie. In concomitanza con la Giornata della memoria la Ledha (Lega per la difesa dei diritti delle persone con disabilità) presenterà una serie di iniziative (dal 28 gennaio all’11 febbraio 2011, presso lo Spazio Mil di Sesto San Giovanni a Milano). Oltre alla mostra verrà proposto lo spettacolo teatrale "Le impronte dell'anima", prodotto dalla compagnia Theatraki e la visione del filmato "A world without bodies" di David T. Mitchell, Sharon Snyder, USA, 2001, 32'.

Stampa Stampa