:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Photogallery

Cerca
Cerca in tutto il sito in Photogallery
Stampa Stampa

Africa: lungo sentieri di sabbia la marcia delle giovani partorienti

Immagini e commenti sono frutto del reportage realizzato dal fotografo Federico Bravi  al confine tra Senegal e Guinea-Bissau, seguendo la lunga marcia delle donne incinte che dalla Guinea vanno a partorire ‘oltre il confine’. Un particolare tipo di viaggio che le future mamme devono compiere per dare alla luce i propri figli o per una semplice visita ginecologica. Decine e decine di chilometri percorsi a piedi, lungo savane ostili e per via fiume su di una piroga od una barca, sfidando territori ancora minati, terre ancora ferite dalle ultime guerre civili che hanno devastato tanti paesi africani. Lungo quei sentieri di sabbia si compie il destino di nuove vite. Le giovani donne che cercano di raggiungere Kabrousse, il primo villaggio ‘oltre il confine’, spesso sono costrette a fermarsi nella ‘capanna del parto, una casa di fango e paglia senza assistenza medica ed in pessime condizioni igienico-sanitarie o nel peggiore dei casi partorire lungo la pista con il rischio di perdere i propri figli. La mostra, la quarta personale del reporter, è stata inaugurata venerdì 24 giugno all’Aula del Mare di Ancona e sarà esposta fino a sabato 9 luglio 2011.
Stampa Stampa