:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Photogallery

Cerca
Cerca in tutto il sito in Photogallery
Stampa Stampa

Schegge di realtà: dai laboratori cinesi alle lotte per l’acqua in Etiopia

Per documentare il modo in cui vivono i lavoratori cinesi nei laboratori in provincia di Firenze, ha dovuto nascondere la macchina fotografica e celare la sua identità; dietro i panni di un compratore. Luca Sgamellotti è uno dei finalisti del Terra di Tutti Photo Contest, il concorso del Terra di Tutti Film Festival (www.terradituttifilmfestival.org) organizzato dalle ong Cospe e Gvc in collaborazione con Fotoviva e Shoot4change. Il reportage di Sgamellotti “Osmannoro, Italia” è esposto, insieme a quelli degli altri finalisti Eloisa D’Orsi e Claudio Sica, in una mostra in programma alla Casa della Fotografia di Bologna (piazza Giovanni Spadolini, 3) da sabato 17 settembre a sabato 15 ottobre 2011.
Se Sgamellotti denuncia il degrado dei “nuovi schiavi” che vivono, lavorano e allevano i propri figli in pochi metri quadri all’interno delle fabbriche, Claudio Sica è andato nel sud dell’Etiopia tra i pastori seminomadi Borana, per realizzare il reportage “L’acqua di tutti”. Nelle distese aride, pozzi secolari scavati a mano nella roccia costituiscono un mezzo fondamentale per la sopravvivenza e un simbolo d’eguaglianza. I pozzi sono infatti mantenuti in funzione da tutta la comunità e non ci sono discriminazioni per l’accesso all’acqua.
Eloisa D’Orsi ha infine documentato la povertà di chi in Colombia ha perso tutto e vive “Storie di ordinario desplazamiento”. Nei suoi scatti, la quotidianità di Ana, Jair e dei loro quattro figli, profughi interni giunti a Bogotà dopo essere stati costretti, da guerriglieri o da mercenari assoldati dai latifondisti, ad abbandonare la casa e la terra.
 La mostra alla Casa della Fotografia di Bologna, ingresso gratuito.
Stampa Stampa