:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Photogallery

Cerca
Cerca in tutto il sito in Photogallery
Stampa Stampa

Oxfam "mette in scena" la volatilità dei prezzi

Tre scene per ''spiegare semplicemente la volatilità dei prezzi'': questo l’obiettivo dell’azione dimostrativa organizzata il 19 ottobre 2011 da Oxfam Italia davanti alla Fao, che ospita il Comitato sulla Sicurezza alimentare mondiale (Csa). Gli attivisti dell'organizzazione mostrano simbolicamente i sacchi di riso, grano e mais che ieri era possibile comprare con una certa somma. Oggi quei sacchi si sono trasformati in piccole manciate. E domani? Un grafico mostra l'andamento dei prezzi alimentari dal 2006 al 2011: solo nel 2010, secondo Oxfam, la volatilità dei prezzi alimentari ha spinto al di sotto della soglia di povertà 44 milioni di persone. L'aumento "fluttuante" in questi anni che per noi significa solo spendere qualcosa in più al supermercato, "per quanti spendono dal 50 all’80% del proprio reddito in cibo, rappresenta un vero dramma".
Stampa Stampa