:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Photogallery

Cerca
Cerca in tutto il sito in Photogallery
Stampa Stampa

"Colmena": in provincia di Napoli un 'alveare' accoglie minori a rischio

Colmena” in spagnolo significa alveare. A Marigliano, in provincia di Napoli, esiste una “Colmena” molto particolare: in questo alveare le piccole api operose sono minori a rischio della realtà napoletana. Colmena infatti è il nome di una comunità che ospita minori che hanno commesso reati penali e amministrativi e che vengono ad essa affidati dalla giustizia in sostituzione al carcere minorile. L’esperienza della comunità quale alternativa al carcere nasce dall’esigenza di far capire a questi giovani che sono ancora in tempo per cambiare vita, e con l’aiuto degli operatori, imparare a rispettare le regole vigenti nella casa di accoglienza. Sono tutti ragazzi nati nei quartieri più popolari e poveri di Napoli e della sua provincia. Hanno tutti storie difficili alle spalle, cresciuti in luoghi poveri e con famiglie per cui l’illecito è il quotidiano, la sopravvivenza. Molti hanno genitori in carcere e vivono nella totale illegalità. I tipi di reato più frequenti per questi ragazzi sono per lo più legati allo spaccio, alla rapina, al tentato omicidio, alla ricettazione ed alla rissa. Nella comunità ci sono tanti compiti da svolgere quotidianamente: i laboratori di falegnameria, l’officina meccanica, la scuola,  le pulizie e la cucina. Ciascuno deve partecipare ai vari turni che sono suddivisi in maniera equa tra i giovani ospiti. E’ difficile far loro capire che si può ripartire da zero ma Colmena serve proprio a questo. Salvatore Esposito ha passato del tempo con questi ragazzi, fotografandone la quotidianità e l’intimità nella casa di accoglienza. Le immagini sono relative al periodo febbraio 2010.



Stampa Stampa