:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Photogallery

Cerca
Cerca in tutto il sito in Photogallery
Stampa Stampa

Il dramma dei migranti in fuga: tre mostre al ProMiGrè di Bologna

Incontri, proiezioni, mostre fotografiche, giochi e momenti di riflessione per far cambiare rotta alle politiche italiane sull’immigrazione e per mettere in luce le buone pratiche maturate sul territorio, capaci di guardare oltre gli stereotipi e di cogliere la grande opportunità di una presenza crescente di persone di origine straniera in Italia. È il Festival delle migrazioni e delle genti “ProMiGrè” manifestazione promossa da Arci Bologna e associazione Progrè. Tre giorni di eventi (11-13 aprile 2013) nel cuore culturale della città, tra la Biblioteca Salaborsa e la Cineteca di Bologna. Tanti gli spunti e i temi proposti dalle “economie migranti” ai Cie, dalle problematiche legate all'accoglienza di rifugiati e richiedenti asilo (a partire dall’Emergenza Nord Africa) ai nuovi diritti di cittadinanza. Per tutta la durata del festival saranno esposte all’Auditorium Enzo Biagi, in Sala Borsa, le mostre fotografiche di Giulio Piscitelli, Alessandro Penso e Simona Hassan, di cui proponiamo una selezione di scatti. Sono immagini che raccontano il dramma dei migranti in fuga: dalla Tunisia a Lampedusa, dalla Libia ai Prati di Caprara, fino alle storie dei migranti in Grecia perlopiù giovanissimi, costretti a nascondersi nelle aree industriali abbandonate e nelle vecchie stazioni per evitare di essere identificati in un paese dove viene rigettato il 99,5% delle richieste d'asilo. Vai all'articolo.

Stampa Stampa