:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Photogallery

Cerca
Cerca in tutto il sito in Photogallery
Stampa Stampa

“Nutrire il cambiamento”, una mostra sulla carestia in Burkina Faso

Sessanta scatti con i volti di uomini, donne e bambini del Burkina Faso realizzati dal fotoreporter Luciano Nadalini. È la mostra “Nutrire il cambiamento” che dal 18 al 30 maggio sarà esposta nella Sala d’Ercole di Palazzo d’Accursio a Bologna. Le fotografie ripercorrono il progetto che la ong bolognese Gvc sta portando avanti nel Paese africano per attenuare gli effetti della carestia. La crisi alimentare del 2012 è stata, infatti, particolarmente grave, tanto che si stima ci siano 300 mila bambini a rischio malnutrizione. Il Gvc interviene per dare assistenza sanitaria, ai bambini, sostenere le mamme e le comunità rurali. “Nonostante il Burkina Faso sia tra i Paesi più poveri al mondo, la sua è una popolazione molto dignitosa, avanzata e anche ‘laica’: le donne sono emancipate, sono loro il fulcro della vita familiare e della comunità”, dice Nadalini, che dal 1992 segue Gvc in giro per il mondo per documentarne i progetti di cooperazione. Patrocinata dal Comune di Bologna e realizzata grazie al sostegno di Coop Consumatori Nordest e del gruppo industriale cooperativo Ccpl, la mostra sarà esposta anche in altre località d’Italia (tra cui Reggio Emilia, Bari e Bolzano) e arriverà a ottobre a Bruxelles presso la sede del Parlamento europeo. A Bologna sarà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 19. 
Stampa Stampa