:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Photogallery

Cerca
Cerca in tutto il sito in Photogallery
Stampa Stampa

Trincee Urbane: una mostra racconta la 'carriera della povertà'

“Trincee Urbane” è la mostra itinerante del fotoreporter Carlo Rotondo, gli scatti che ritraggono persone senza fissa dimora a Milano, sono stati realizzati nel 2013 durante il periodo invernale grazie all’autorizzazione dell’Assessorato ai servizi sociali del comune di Milano, che ha dato il permesso a Rotondo di frequentare alcuni dei luoghi più emblematici della rete assistenziale della città: il Centro aiuto in via Aporti, il mezzanino della metropolitana alla stazione centrale, la Casa dell’accoglienza in viale Ortles, l’ex scuola di via Mambretti. A Milano vivono 13 mila senza dimora “ma i posti letto durante il Piano freddo (40 giorni tra gennaio e marzo) arrivavano a malapena a 2.500”. Angelo, Antonio, Marco, Dario Carmine, Teresa, Silvia… Storie di gente che ha perso il lavoro, che si è separata, che ha subito l’uscita forzata da casa. Uomini e donne che quasi senza accorgersene hanno intrapreso l’inesorabile “carriera della povertà”. La  crisi economica richiede a tutti di rivedere stili di vita e comportamenti di consumo “ma solo la conoscenza diretta di chi ha perso tutto, lavoro, casa, risparmi, relazioni umane  – racconta Carlo Rotondo - ha reso più evidente ai miei occhi il sottile confine che divide una vita dignitosa dall’indigenza totale”. Vai all'articolo

Stampa Stampa