:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Photogallery

Cerca
Cerca in tutto il sito in Photogallery
Stampa Stampa

Droghe: dalle "case" alla comunità, ragazzi creativi illustrano le loro dimore

Ecco come parlo della mia casa, lei è il mio creato dove ho riposto parte della vita…". Enrico, Loris, Andrea, Federico, Antonio, Lorenzo, Francesco, Ferdi, Ramone, Lorenzo, Luca, Mirco, Andrea, Marco e Matteo, ragazzi ospiti della comunità terapeutica per tossicodipendenti “La Speranza” di Sant’Elpidio a Mare (Fm), sono loro gli autori di "Case”, pubblicazione curata dall’associazione culturale Uollas, serigrafata a 5 colori e rilegata a mano da Strane Dizioni.

I quindici giovani lo hanno scritto e disegnato, soffermandosi ognuno sul significato della parola “casa” si sono interrogati sul senso di uno spazio così personale ed unico, interpretandone vissuti, ricordi, speranze. Il racconto che ne esce è frutto di un laboratorio di narrazione, immagine e serigrafia, tenutosi presso la comunità, a partire da settembre 2014. È la prima fase di un progetto che prevede ancora la pubblicazione di un nuovo libro e di un film. "Case" piene di nostalgia, ricordi misti a istanti difficili e sapori antichi di famiglie e accoglienza, muri colorati, fredde stanze, possibilità di nuovi inizi, delusioni, in un alternarsi di passato e presente racchiusi sempre nelle mura di una dimora: “ci auguriamo sia l’inizio di un viaggio, lungo, inedito, rinnovato, che racchiuda altri infiniti viaggi - scrivono i responsabili del progetto. Che ci conduca, dove ogni viaggio ha il suo fine, alla scoperta di noi stessi e al continuo ritrovamento della nostra più intima umanità”. I momenti della stampa e della rilegatura del testo sono stati raccontati anche in un video.

Stampa Stampa