:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Photogallery

Cerca
Cerca in tutto il sito in Photogallery
Stampa Stampa

La vita sospesa nei campi profughi di Salonicco

Intorno a Salonicco, la seconda città della Grecia, ex fabbriche e capannoni dismessi sono diventati veri e proprio campi profughi per i rifugiati e richiedenti asilo. Dopo lo sgombero di Idomeni e degli altri campi informali nati lungo il confine con la Macedonia, le persone sono state portate qui per essere preregistrate e aspettare l’iter delle domande di asilo, di ricongiungimento familiare e di adesione al programma di relocation. Sistemati in tende, aspettano di sapere cosa ne sarà del loro futuro. Tra condizioni fatiscenti, nuove nascite e tentativi di tornare alla normalità. Il racconto per immagini di Alberta Aureli. Vai all'articolo

Stampa Stampa