:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Video

Cerca
Cerca in tutto il sito in Video
Stampa Stampa

Tasneem, una finta sposa contro le frontiere della "fortezza Europa"

Durata: 2' 30''

Tasneem, una finta sposa contro le frontiere della "fortezza Europa"

Il coraggio di dire basta alle morti in mare, a volte, si può anche indossare. Come ha fatto Tasneem, una ragazza palestinese siriana, del campo profughi di Yarmouk. Con un abito bianco da sposa ha attraversato cinque paesi, evitando i controlli alle frontiere, per permettere a persone, fuggite dalla guerra come lei, di arrivare nel nord Europa. Tasneem è la protagonista di "Io sto con la sposa", il documentario di Gabriele Del Grande, Antonio Augugliaro e Khaled Soliman Al Nassiry, che attraverso un finto corteo nuziale ha beffato l'Europa, per aiutare cinque palestinesi siriani, arrivati in Italia con il sogno di raggiungere la Svezia. A Redattore sociale racconta per la prima volta perché ha deciso di prendere parte a questo progetto, diventando così la sposa simbolo della disobbedienza alle regole della Fortezza Europa. "E' così difficile immaginare che un posto bello come il Mediterraneo possa ingoiare dei bambini. E invece quanti ne sono morti per attraversare le frontiere? - si chiede Tasneem in uno dei contenuti extra del film (che presentiamo) diffuso nel maggio del 2014, parlando con gli autori sul molo di Copenaghen, a riprese quasi ultimate: "questo è il mare che ci unisce, noi siamo su una riva, e gli altri sulla sponda opposta e non possono partire. Però la soluzione non è arrivare in Europa, ma poter vivere una vita libera, una vita come vuoi tu. La soluzione non è mai individuale, c'è sempre qualcosa di collettivo che appartiene a tutti noi, perché siamo uguali: se dobbiamo morire, moriamo insieme, se dobbiamo vivere, viviamo insieme". Vai all'articolo.

Stampa Stampa