:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Video

Cerca
Cerca in tutto il sito in Video
Stampa Stampa

"Il barbiere oggi è tutto": la bellezza incontra il mondo della strada

Durata: 6'

"Il barbiere oggi è tutto": la bellezza incontra il mondo della strada

La bellezza incontra il mondo della strada e dell’emarginazione, mostrandosi sui volti delle persone senza dimora attraverso un taglio di capelli, una tintura, una piega. Il cortometraggio "Il barbiere oggi è tutto" a cura del giornale di strada Shaker è una riflessione sugli aspetti umani, primo fra tutti l’estetica, della condizione di "senza tetto", considerata disumanizzante. Il racconto delle originali storie si snoda tra ‘rasoi e pettini, lancette e forbici’ e delinea tre particolari situazioni documentate in via Marsala a Roma, a ridosso della stazione Termini; il salone di un barbiere che taglia i capelli a tutti; il centro di accoglienza per persone senza dimora Binario 05 che ospita un parrucchiere per signora a domicilio (anch’egli senza dimora), il coiffeur di strada e i suoi clienti. Realtà raccontate con gli occhi, i sorrisi e le parole di chi, in prima persona, vive il disagio della strada e di chi, grazie al circuito dell’accoglienza, cerca una strada per risalire. Barba e capelli, rasatura e tintura, taglio e piega. Una prova che la bellezza abita anche dove non c’è una casa. L’opera, inedita, ha partecipato al Capodarco coro film festival come finalista del Premio L'anello debole. La manifestazione si è chiusa il 28 giugno 2014.  
Leggi anche: "Bellezza e pulizia anche per gli homeless: due storie tra San Francisco e Roma"

Stampa Stampa