:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Video

Cerca
Cerca in tutto il sito in Video
Stampa Stampa

"Terranera", viaggio senza filtri nel caporalato agricolo e nello sfruttamento minorile

Durata: 1'28''

"Terranera", viaggio senza filtri nel caporalato agricolo e nello sfruttamento minorile

"Terranera" è un film che racconta il lavoro nero, lo sfruttamento minorile e il caporalato nelle campagne della Sicilia Orientale. Un "viaggio" disperante nelle piazze del reclutamento di manodopera dominate dai "caporali" o tra le capanne di cartone in cui vivono, al freddo e dormendo sulla nuda terra, i migranti costretti a pagare un “pizzo” che va dai 5 ai 15 euro al giorno per poter lavorare. O ancora, tra i bambini caricati sui furgoni per essere condotti nei campi o le lavoratrici rumene abusate dai "padroni". Il tutto documentato senza filtri, con immagini esclusive e testimonianze. Ad accompagnare gli autori del docufilm, Riccardo Napoli e Massimo Malerba, due giovani sindacalisti "di strada", Alfio e Pino, impegnati da anni a contrastare e denunciare i fenomeni di illegalità nelle campagne. La colonna sonora è composta da musiche originali dei Tropical Death. Il film, che sarà presentato il 12 marzo 2015 a Catania, è stato prodotto grazie al contributo di Cgil e Flai Cgil. Vai all'articolo.

Stampa Stampa