:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Video

Cerca
Cerca in tutto il sito in Video
Stampa Stampa

Opg, nella casa colonica il futuro "senza sbarre" di 14 ex internati

Durata: 1' 54''

Opg, nella casa colonica il futuro "senza sbarre" di 14 ex internati

Dopo anni di rinvii, il 31 marzo 2015  gli opg, gli ospedali psichiatrici giudiziari, sono stati formalmente chiusi. I 741 detenuti verranno trasferiti gradualmente nelle Rems, le residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza detentive: dei veri e propri luoghi di cura gestiti interamente da personale medico dove si punta al reinserimento nella società del paziente. La prima ad essere inaugurata, il 27 marzo, è stata la “Casa degli svizzeri” a Bologna, un’antica abitazione colonica completamente ristrutturata che accoglierà 14 malati psichiatrici provenienti dall’opg di Reggio Emilia. “Il nostro obiettivo è ridurre la loro pericolosità sociale”, spiega il direttore Claudio Bartoletti nella nostra intervista video. “Non ci saranno guardie né sbarre alle finestre, anche se l’intera struttura sarà sorvegliata 24 ore su 24”. Vai all’articolo.

Stampa Stampa