:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Video

Cerca
Cerca in tutto il sito in Video
Stampa Stampa

"Una sola famiglia umana": premiati i volti che invitano alla coesione sociale

Durata: 32''

"Una sola famiglia umana": premiati i volti che invitano alla coesione sociale

“Ci sono persone che puoi conoscere solo avvicinandoti. Non tenere le distanze, perché siamo un’unica famiglia umana”. E’ questo il concept della campagna vincitrice dell’edizione 2015 del concorso indetto dall’associazione “Socially correct".  Un volto che vive una situazione di disagio, diversi volti, ben chiari ma affiancati da una scritta a caratteri minuscoli, leggibile solo se ci si avvicina molto o con l‘aiuto di uno zoom. I volti sono quelli di  “Stefano, prima impiegato ora disoccupato” (“Fino a ieri mi avresti dato del lei, oggi non mi rivolgi la parola”), di Marta, prima commessa, ora disoccupata (“Fino a ieri mi avresti chiesto aiuto, oggi non merito il tuo”) e di Jamal, prima architetto ora disoccupato (“Fino a ieri mi avresti chiesto di costruirti la casa, oggi mi chiudi in faccia la porta della tua”). L’edizione di quest’anno del concorso, sul tema della coesione sociale, era a favore di Caritas italiana, per la realizzazione di una campagna di comunicazione per la coesione e lo sviluppo di comunità. La premiazione si è svolta il 12 luglio 2015 a Spoleto. Vai all’articolo

Stampa Stampa