:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Video

Cerca
Cerca in tutto il sito in Video
Stampa Stampa

Tommy e gli altri, un film “in soggettiva” sull’autismo

Durata: 2'08''

Tommy e gli altri, un film “in soggettiva” sull’autismo

Sono i primi ciack di un film tutto in divenire: c’è Tommy in primo piano, il “ragazzone autistico” figlio di Gianluca Nicoletti, giornalista e ora alle prese anche con il linguaggio del cinema. “Tommy e gli altri” è il titolo del film che vuole raccontare il mondo visto da questi “figli stralunati”. Gli altri, in verità, devono ancora arrivare, ma tante famiglie si stanno già facendo avanti, per offrire la “soggettiva” del proprio ragazzo e rispondere alla chiamata di Nicoletti: “Chi ha fegato si faccia avanti”. Il film raccoglierà i loro sguardi e le loro voci, quando queste si faranno sentire. “So che esistono centinaia di migliaia di famiglie in Italia che si arrovellano sui miei stessi problemi – spiega Nicoletti nel testo che accompagna le prime immagini del ‘teaser’, appena pubblicato sul portale ‘Pernoiautistici’ - Voglio fare un film su Tommy e i suoi amici perché anche quei genitori abbiano il coraggio di uscire dal silenzio. Quel mutismo coatto a cui si condanna da solo chi pensa di avere avuto in sorte un figlio irraccontabile”. Allora, appunto, “chi ha fegato si faccia avanti!”. Vai all'articolo

Stampa Stampa