:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Video

Cerca
Cerca in tutto il sito in Video
Stampa Stampa

“E poi vincemmo l’oro”: le vite straordinarie degli atleti paralimpici

Durata: 1’ 29”

“E poi vincemmo l’oro”: le vite straordinarie degli atleti paralimpici

Un film documentario di 56’ per raccontare la storia del movimento paralimpico italiano dagli albori ai giorni nostri. Ancora oggi sul territorio della città di Ostia, alle porte di Roma, vive un piccolo nucleo dei primi atleti paralimpici italiani, oggi 70-80enni, approdati al Centro Paraplegici dell’Inail tra gli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso. Erano tutti infortunati sul lavoro che, grazie allo sport, riuscirono a rimettere in moto le proprie vite, divenendo i pionieri di un progetto sportivo e sociale rivoluzionario. Il documentario ricostruisce il filo rosso che da Ostia conduce fino agli atleti più giovani (da Alex Zanardi a Bebe Vio, Vittorio Podestà, Martina Caironi, Assunta Legnante ecc.), oggi pronti per la sfida di Rio 2016. Venticinque interviste e un raro patrimonio di fotografie e filmati, concentrati nel film ma tutti visibili in versione integrale sul sito del progetto “Memoria Paralimpica”, realizzato da Redattore sociale su incarico del Comitato Italiano Paralimpico e della Fondazione Italiana Paralimpica.
Regista del film è Massimiliano Sbrolla di Zoofactory film production; il soggetto è di Antonella Patete. L’opera verrà presentata in anteprima l’1 settembre a Roma presso la sede dell’Inail e trasmessa domenica 4 settembre su Rai Due. Qui vi proponiamo il trailer. VAI ALL'ARTICOLO

Stampa Stampa