Stampa Stampa

Siria, l’appello dei cooperanti: “Una zona umanitaria sicura per i profughi"

Durata: 1' 33''

Siria, l’appello dei cooperanti: “Una zona umanitaria sicura per i profughi"

“Proponiamo una zona umanitaria disarmata, sotto protezione internazionale, senza presenza di gruppi armati e nessun ministero del regime siriano di Damasco. È una zona esclusivamente per civili che sono stati sfollati dal regime dal territorio siriano”. E’ la proposta di pace per i profughi siriani, avanzata dai cooperanti dell’Operazione Colomba, il corpo nonviolento della Comunità Papa Giovanni XXIII, che da settembre 2013 è presente in Libano, nel campo profughi del villaggio di Tel Abbas, Akkar, nel nord del paese, a 5 kilometri dalla Siria. Mentre il mondo guarda con il fiato sospeso quanto sta accadendo nella zona di Ghouta orientale, dove attacchi e bombardamenti si sono intensificati, provocando centinaia di feriti e morti solo nell’ultimo mese, gli operatori hanno deciso di lanciare un appello alla comunità internazionale. VAI ALL'ARTICOLO>>

Stampa Stampa