:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Con il concorso ''Il valore dei mestieri'' 20 studenti fiorentini realizzeranno una campagna di comunicazione per ''riscoprire il sapere delle mani''

02 marzo 2004

FIRENZE - Vivi in Provincia di Firenze, hai tra i 15 e i 18 anni e la curiosità di capire – e far sapere – come funziona la lavorazione dei metalli, dell’oro o del legno? Affrettati, scade il prossimo 15 marzo il termine per partecipare al concorso “Il valore dei mestieri”: si tratta di individuare sul territorio provinciale una realtà artigiana antica o nuova – portata avanti da una singola persona o da una piccola azienda – e di raccontarla producendo un elaborato. Il materiale sarà valutato da una commissione apposita e 20 giovani, selezionati fra tutti, realizzeranno una campagna di informazione per “comunicare i mestieri” scoperti, attraverso la tv, la radio e internet. L’iniziativa, che non manca di originalità, è nata dalla collaborazione tra una folta schiera di partner – l’associazione WOW (Women on Work Onlus), Qualitas (Associazione Sviluppo Progetti Formativi), Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Firenze e Camera di Commercio come soggetti promotori – e gode del sostegno del Fondo Sociale Europeo, Ministero del Lavoro, Regione Toscana e Provincia di Firenze. I giovani e l’artigianato, due realtà che oggi sembrano – e di fatto sono – troppo distanti, possono “incontrarsi per ricavare reciproco vantaggio; – dice Nicoletta Boris, Direttrice di WOW – il sistema artigiano ha peso nel tessuto provinciale (circa un’impresa ogni tre), ma molte attività si trovano in deficit di personale al momento del cambio di generazione, e spesso i giovani – complice la mentalità diffusa poco vicina all’ottica del lavoro manuale – non sono consapevoli delle opportunità. Il progetto ha proprio lo scopo di far riscoprire ‘il sapere delle mani’, avvicinare, attraverso i moderni mezzi di comunicazione, ad un mondo che può essere fonte di realizzazione economica e professionale”.

Libera la scelta dell’elaborato che gli studenti, sulla base di ciascuna realtà artigiana individuata, dovranno presentare – dalla ricerca descrittiva al report fotografico o iconografico – in modo da valorizzare le singole attitudini. I 20 giovani selezionati saranno organizzati in gruppi di lavoro per mestiere, “ciascuno si concentrerà su di un settore (moda, oreficeria, legno, restauro..) con l’obiettivo di conoscere, approfondire e realizzare infine strumenti di comunicazione”. E per arrivare a questo “i ragazzi saranno coinvolti in varie attività: raccoglieranno testimonianze degli operatori di settore, saranno chiamati a riflettere sui processi di lavoro dei singoli mestieri e avranno il contatto diretto attraverso le visite ai laboratori artigiani”. Il supporto di esperti di comunicazione poi sarà determinante per realizzare la campagna informativa, creando video, prodotti multimediali, grafici e una promocard di presentazione dei lavori. Al termine del percorso progettuale, ogni gruppo presenterà i risultati e la commissione – con il voto espresso anche da famiglie, insegnanti, compagni – premierà il prodotto migliore.

Ma è nella divulgazione dei risultati che si avrà la campagna di comunicazione finale centrata sull’esperienza dei gruppi di lavoro, “e tutti i prodotti realizzati passeranno in tv su un’emittente a copertura provinciale, su alcune radio locali e nell’etere grazie ad una specifica sezione del Portale Giovani del Comune di Firenze dedicata al progetto.” Il sito conterrà informazioni su servizi per l’impiego della Provincia, corsi di formazione nel settore artigianato, materiale di approfondimento elaborato dagli studenti sui mestieri oggetto di analisi. Per ora, si accede al bando e alla scheda d’iscrizione dall’indirizzo www.ilvaloredeimestieri.it. (sm)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa