:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Firenze istituisce la ''Giornata della memoria'' in ricordo del porrajmos, la persecuzione razziale nei confronti del popolo Rom. L'8 aprile di ogni anno ospiterà iniziative contro il proegiudizio e l'emarginazione

08 aprile 2004

FIRENZE - Firenze ospiterà l’8 Aprile di ogni anno iniziative, convegni, dibattiti per ricordare il porrajmos del Popolo Rom, termine che, nella lingua Rom, significa “divoramento” e indica il ricordo dello sterminio che il Terzo Reich attuò nei  loro confronti. Lo ha deciso il Consiglio Comunale che ha approvato lo scorso 5 aprile una mozione con cui istituisce la “Giornata della memoria” dedicata al ricordo dell’orrore della persecuzione razziale. La data ricorda  la  partenza dall’India,  terra d’origine, e tra l’altro proprio il 7 e l’8 aprile del 1971 si è tenuto a Londra il 1° Congresso Internazionale del Popolo Rom in cui sono state poste le basi per costruire l’identità di un Popolo dotandosi di un’unica e comune Bandiera, Inno, Lingua (romanes) e Nome, Rom.

“Ricordare il porrajmos  significa ritornare a confrontarsi con i crimini contro l’umanità che segnano in modo indelebile il XX secolo, assumere pienamente la responsabilità storica di eventi che devono essere portati alla luce della conoscenza dopo essere rimasti in ombra per quasi mezzo secolo. – si legge nella mozione - Ricordare il porrajmos significa stringere legami più forti con un Popolo che ancora oggi è vittima di pregiudizi, emarginazione, separatezza e stereotipati  luoghi comuni in gran parte dell’opinione pubblica. Ricordare il porrajmos significa, per Firenze, essere la Città che rende giustizia e risarcimento a un silenzio troppo lungo che ha accompagnato la storia della persecuzione, prigionia e sterminio del Popolo Rom”. La voce della memoria del porrajmos ha trovato riconoscimento internazionale soltanto il 14 aprile 1994 quando, all’interno dello U.S. Holocaust Memorial Museum di Washington si tenne la prima Commemorazione delle vittime Rom dell’Olocausto, sottolinea la mozione.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa