:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

''S.o.s famiglia'': nuovo sportello presso i centri per l’impiego di Firenze e provincia per andare incontro alle richieste di assistenti familiari

16 aprile 2004

FIRENZE - Parte da oggi nei tredici Centri per l’Impiego di Firenze e Provincia “S.O.S Famiglia”, un nuovo servizio per agevolare i contatti e l’incontro tra i nuclei familiari che hanno necessità di un sostegno per la cura di persone con disabilità o non autosufficienti, e coloro che cercano lavoro come assistenti familiari. Uno sportello, frutto della collaborazione tra Provincia, Comune di Firenze e Centri per l’Impiego, che nasce sulla base di un’esigenza sempre più pressante da parte delle famiglie, considerando che solo nel Comune di Firenze sono oltre 90mila le persone oltre i 65 anni. Il servizio, completamente gratuito, si concretizzerà con la costituzione ed il costante aggiornamento di un database, in cui possono essere registrati coloro che (iscritti nell’elenco dei disoccupati disponibili sulla base del nuovo collocamento ex D.Lgs. 297/2002) vogliano lavorare come assistenti familiari. Ogni candidato viene iscritto al database centrale, attraverso il Centro per l’Impiego dove ha il domicilio, dopo aver sostenuto un colloquio orientato a verificare il possesso dei requisiti per il ruolo di assistente familiare. In questo senso saranno attivati dalla Provincia corsi di formazione, in linea con i profili professionali stabiliti a livello regionale, e corsi intensivi per migliorare l’italiano dei candidati extracomunitari: circa il 95% dell’insieme delle persone di cui finora il Centro per l’Impiego, a livello informale, ha raccolto la richiesta di informazioni.

 

Le famiglie da oggi in poi possono rivolgersi al Centro per l’Impiego a loro più vicino e compilare la richiesta, specificando le esigenze della persona da assistere, il carico di lavoro previsto anche in termini di orario, le necessità complessive dell’intero nucleo. A questo punto lo sportello provvede, grazie al collegamento tra le varie sedi dei Centri, a mettere a disposizione i candidati più idonei sulla base dei requisiti richiesti da ogni famiglia, ed a creare il contatto. Sarà la famiglia stessa naturalmente a scegliere la persona che appare più adatta, godendo del supporto del Centro per l’Impiego per orientarsi su norme contrattuali in vigore, costi e procedure per l’assunzione di un assistente familiare. Il Comune di Firenze provvederà, per i propri cittadini, al supporto finanziario per coprire le spese contributive derivanti dai rapporti di lavoro stipulati, e anche la Provincia prevede di estendere in tempi brevi questo sostegno anche ai cittadini fuori Comune in un’ottica di prevenzione del lavoro irregolare. Sono già più di 100 le persone, per lo più immigrate, che (sulla base dei contatti già avviati a livello informale) compongono il nuovo database. Dal web della Provincia si può accedere alla rete dei Centri per l’Impiego, all’indirizzo

© Copyright Redattore Sociale