:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Immigrato rumeno muore a Firenze stritolato tra i rifiuti. Questa sera una veglia in sua memoria

03 giugno 2004

FIRENZE - A pochi giorni di distanza dalla drammatica morte a Verona di Ioan Sunciu, immigrato rumeno stritolato da un camion di raccolta rifiuti, la cronaca si ripete portando tristemente sulla scena anche  Firenze. Michael Rusu, 31 anni, immigrato nuovamente di nazionalità rumena, è morto martedì mattina, 1° giugno, durante la corsa all’ospedale dopo essere stato sottratto, già gravemente ferito, alla morsa di un camion compattatore dei rifiuti. L’uomo aveva trovato riparo per la notte in un cassonetto vicino al Parco delle Cascine, era nascosto tra i cartoni e l’autista del camion, nonostante le telecamere di cui è dotato il mezzo, si è accorto della sua presenza solo dopo aver avviato la pressa. Le ferite riportate a quel punto erano tali da impedirgli di sopravvivere. La vicenda ripropone fortemente il problema di tante persone senza fissa dimora prive di rifugi sicuri dove trascorrere le notti, e si aggiunge all’episodio che nella settimana scorsa ha coinvolto a Firenze un altro immigrato, che per sua fortuna ha riportato ferite guaribili. Questa sera comincerà alle 20 una veglia in memoria di Michael, aperta a tutti e in particolare alla comunità rumena presente in città, promossa dall’associazione Aurora nella propria sede in via dei Macci 11. I volontari dell’associazione sono attivi da circa 15 anni sul territorio nell’offrire assistenza e pasti caldi a chi ha bisogno di aiuto. (sm)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa