:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Toscana, consulenti del lavoro a confronto sui diritti degli immigrati

Si terrà il 21 novembre a Monsummano Terme (Pistoia) il primo congresso regionale del sindacato Ancl. I temi: l'imprenditoria straniera, gli infortuni, la disoccupazione e il lavoro sommerso

19 novembre 2008

MONSUMMANO TERME - Si parlerà del diritto del lavoro alla luce del fenomeno dell’immigrazione, al primo congresso regionale dell’Ancl, il sindacato unitario dei consulenti del lavoro, in programma venerdì 21 novembre alla fattoria medicea di Monsummano Terme (Pistoia). L’imprenditoria straniera, gli infortuni, la disoccupazione e il lavoro sommerso tra gli immigrati, un nuovo modello di cittadinanza, idee e proposte dei consulenti del lavoro per la semplificazione delle procedure per la regolarizzazione, saranno al centro della giornata che prende il via alle 9 con le relazioni del presidente toscano dell’Ancl, Alessandro Signorini, del segretario nazionale Francesco Longobardi e di Marina Calderone, presidente nazionale dell’Ordine consulenti del Lavoro.
Tra gli oltre 30 interventi in programma, alle 10.30 quello del questore di Firenze Francesco Tagliente, dei presidenti dell’Inail Marco Fabio Sartori e dell’Inps Antonio Mastrapasqua, del sottosegretario al lavoro Pasquale Viespoli e dell’onorevole Nedo Poli. Nel pomeriggio interverranno, tra gli altri, Antonella Mansi, oesidente di Confindustria Toscana, il Direttore dell’ufficio regionale scolastico Cesare Angotti, il segretario regionale della Cgil, Alessio Gramolati e Daniela Pierini, direttore dei servizi sociali della Prefettura di Firenze. (js)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa