:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Charlie Telefono Amico: 200 mila telefonate in 20 anni

Il servizio sociale di Pontedera, nato nel 1990, offre ascolto e consulenza ai tossicodipendenti di tutta Italia. Gli operatori: “Aumentano i giovani che chiedono aiuto”

01 ottobre 2010

PONTEDERA (PI) - Oltre 200 mila telefonate da tutta Italia, 500 volontari, 4 postazioni telefoniche, 11 spot pubblicitari con personaggi dello spettacolo, 20 anni di vita. E’ il bilancio di Charlie Telefono Amico (800.863.096), il numero verde nato nell’aprile del 1990 per iniziativa della cooperativa sociale “Il Ponte” di Pontedera. Gli obiettivi di Charlie Telefono Amico sono quelli di fornire ascolto e consulenza specifica sulle problematiche connesse direttamente o indirettamente a situazioni di dipendenza (tossicodipendenza, alcolismo, aids).
 
Nel corso degli anni si è verificato un fenomeno spontaneo che gradualmente ha portato Charlie a diventare un importante punto di riferimento e servizio di ascolto per una fascia sempre più giovane della popolazione. “Negli ultimi anni sono aumentati i giovani che si sono rivolti a noi” dicono gli operatori. Attualmente Charlie dialoga principalmente con persone di età media compresa tra i 13 e i 30 anni.
Nel 1997 è stata costituita la fondazione Charlie Onlus, con lo scopo di gestire e potenziare il servizio svolto dal numero Verde e promuovere iniziative culturali e divulgative legate all’esperienza diretta di Charlie. Attualmente la fondazione è costituita da 6 soci sostenitori compresi tra enti pubblici e aziende municipalizzate. Circa 40 i volontari attivi alle postazioni telefoniche. (js)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa