:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Coppa del mondo in Africa: la tecnologia segna un goal

Successo per la Mahindra Satyam, compagnia di servizi informatici con sede in India, che si è occupata dell’evento. Un lavoro complesso gestito con un enorme dispiegamento di forze

21 ottobre 2010

In esclusiva da News from Africa
NAIROBI - Mentre l’Africa in generale e il Sud Africa in particolare continuano a ricevere onorificenze per aver ospitato con successo la Coppa del Mondo Fifa 2010, poche persone si fermano a pensare alla tecnologia che è stata dispiegata al centro di comando Fifa per assicurare lo svolgimento regolare dell'evento. Sebbene in precedenza non fosse associata al dispiegamento di piattaforme informatiche per un evento della portata della Coppa del Mondo, Mahindra Satyam, una compagnia di servizi informatici con sede in India, ha avuto una forte influenza sulle competenze industriali e pratiche, su importanti funzioni tecnologiche e sul modello avanzato di diffusione globale che hanno reso la Coppa Mondiale un successo.
 
Essendo il fornitore di servizi informatici ufficiale della Coppa del Mondo Fifa 2010, ciò ha significato che la squadra informatica della compagnia aveva la sfida di fornire i servizi migliori e gestire l'intero sistema informatico e le infrastrutture. “Essenzialmente eravamo la prima compagnia indiana a fare da sponsor alla Coppa Mondiale Fifa. E' molto importante che la compagnia sia in grado di gestire le infrastrutture critiche degli affari così come la gestione delle applicazioni informatiche per l'evento. La complessità del compito assegnato a Satyam è stata che abbiamo dovuto gestire tutte le infrastrutture presenti nei luoghi dove si svolgevano le partite in Sud Africa ”, afferma Bhaskar Ramani, capo del Dipartimento per gli affari con l'Africa di Mahindra Satyam.
 
Usando la tecnologia Microsoft, la compagnia ha sviluppato applicazioni di mappatura che gestivano uffici informazioni. Il centro era un unico punto di convergenza all'interno del centro di comando. Con gli ingegneri della compagnia che analizzavano la vendita dei biglietti, Satyam ha collaborato con una compagnia europea alla produzione di statistiche sul gioco in tempo reale – prima, durante, a metà e alla fine degli incontri. I resoconti sulla composizione della squadra ed il numero di falli, penalità, il numero di biglietti venduti e cartellini rossi venivano tutti mandati al comitato Fifa e agli allenatori per essere analizzati.
 
Qualsiasi cosa relativa alla gestione del mantenimento della stampante, del desktop e del server era controllata virtualmente in gestione remota dallo stadio di calcio cittadino di Johannesburg. “Abbiamo anche costruito sistemi di resistenza e supporto cosicché se il collegamento con Johannesburg e Blomfontein fosse caduto, c'erano collegamenti di supporto che permettevano all'informazione di fluire al centro di comando per assicurarne continuità”, afferma Bhaskar.
 
Secondo quanto affermato da Vinod Bang, dirigente dello Sviluppo degli affari di Mahindra Satyam, nell'Africa Orientale, alla compagnia è stata affidata la responsabilità di sviluppare il sistema informatico centrale di gestione dell'evento ed essere parte del comitato organizzativo locale del Sud Africa. Aveva il compito di accreditare qualcosa come 250 mila persone con esclusione dei fan e di assicurarsi che il distintivo giusto fosse assegnato alla persona giusta per fornire diversi livelli di accesso.
 
I sistemi intranet ed extranet di Fifa sono stati supportati da Mahindra Satyam, che ha gestito richieste di biglietti da parte dei mezzi di informazione mondiali e la rete sulla quale gli arbitri scrivevano i resoconti delle partite dopo ogni incontro. Prima dell'inizio del torneo, la compagnia aveva anche la sfida di ideare un piano per la gestione delle calamità. Proprio come qualsiasi altro progetto, Mahindra Satyam aveva degli obiettivi da raggiungere, in particolare nel sistema di gestione dell'evento. Questo particolare sistema possedeva dei moduli che gestivano il Master Data Management, l'amministrazione utente, l'interfaccia grafica utente e i moduli di configurazione eventi che erano le aree chiave per il successo dell'evento. La compagnia aveva l'obiettivo di offrire un sistema di supporto di servizi di squadra che implicavano la gestione delle attività quotidiane delle squadre della Participating member association (Pma), attraverso la supervisione e la gestione centralizzata dei loro movimenti. Essi lavoravano anche alle esigenze delle squadre della Pma e ai protocolli quotidiani, pianificando il loro arrivo nei paesi ospitanti fino alla partenza. Il Sistema di supporto del servizio squadre gestiva 20 dipartimenti, 32 squadre ed il personale è stato sottoposto a 192 ore di formazione per imparare ad usare il sistema.
 

Per permettere una comunicazione e un trasferimento dell'informazione efficace ed efficiente, Mahindra Satyam ha fornito una soluzione extranet proattiva che accresceva l'interazione con i partner, gli sponsor ed i sostenitori durante il torneo. La compagnia ha incrementato il coordinamento intra-dipartimentale per la gestione degli eventi, degli utenti, dei biglietti per i media e delle registrazioni.
 
Secondo Vinod, la compagnia ha fatto sì che la comunicazione, essendo un fattore vitale del torneo, fosse ben gestita grazie all'istallazione del call center della Coppa del Mondo Fifa, che ha gestito qualcosa come 250 mila chiamate in lingue differenti, richieste di biglietti last-minute e supporto per la vendita dei biglietti. Il centro ha fatto sì che tutti i suoi servizi venissero integrati con sistemi di biglietteria backend ed ha anche fornito servizi d'assistenza per l'evento. “Mahindra Satyam è stato uno degli otto sponsor della Coppa del Mondo e si è impegnato ad assicurare l'impiego della tecnologia adatta nello sport”, afferma Bhaskar. (Zachary Ochieng, traduzione di Sara Marilungo) (vedi lancio successivo)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa