:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Filippeschi: “Rifiutiamo la scelta di Coltano”

Il sindaco di Pisa, al termine della riunione convocata dal governatore della Toscana Rossi, ribadisce la contrarietà degli enti locali alla tendopoli

29 marzo 2011

FIRENZE - “Si rifiuta la scelta di Coltano, un grosso concentramento con una tendopoli in una sola città”. Queste le parole del sindaco di Pisa Marco Filippeschi all’uscita della riunione delle città e delle province toscane convocata dal presidente della giunta regionale Rossi per proporre soluzioni concordate di accoglienza per far fronte all'emergenza profughi.
“La scelta di Coltano è stata rifiutata da tutti non solo perché imposta dall'alto – ha spiega Filippeschi - ma soprattutto perché più che rispondente ad un'emergenza è sembrata precostituire una struttura permanente di contenimento per gli immigrati senza permesso di soggiorno”.
"Ho spiegato le condizioni particolari della città e di Coltano in particolare – ha concluso Filippeschi - perché Pisa la sua parte per l'accoglienza umanitaria l'ha fatta e la farà ma chiede che non siano fatte forzature e vuole poter decidere insieme al Governo e alla Regione il futuro del suo territorio.
Devo prendere atto che il ministro Maroni non ha risposto alla mia lettera, né mi ha chiamato. Spero lo faccia quanto prima, tanto più dopo il pronunciamento della Toscana”.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa