:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Marcolini riconfermato alla guida del Csv Marche

E’ al suo terzo mandato. Resterà in carica per altri tre anni. Il Presidente dell'Avm Marche: “Il volontariato deve acquisire più peso nei confronti della politica e delle istituzioni”

20 aprile 2011

ANCONA – Enrico Marcolini resterà alla guida del Csv Marche per altri tre anni. A confermare nuovamente la fiducia al presidente è stato il nuovo consiglio direttivo, designato dall’assemblea dei delegati dell’Avm, ente che raccoglie oltre 400 associazioni di volontariato della regione ed è gestore del Csv (Centro servizi volontariato), riunitasi lo scorso sabato ad Ancona per l’approvazione del bilancio sociale e di quello economico-finanziario.
Marcolini, 61 anni, è al suo terzo mandato. Già presidente dell’Avm provinciale di Macerata, è da diversi anni responsabile del Centro di ascolto e di prima accoglienza della Caritas Diocesana di Macerata, socio della Comunità di Capodarco e membro del Comitato di indirizzo della Fondazione Carima. Componente del Consiglio direttivo di CSVnet (Coordinamento dei Csv d’Italia), per un periodo è stato anche membro dell’Ufficio di presidenza.
 
“Nell’attuale scenario nazionale e locale – ha spiegato il presidente dell’Avm Marche – la sfida che attende il volontariato è soprattutto quella di non lasciarsi andare ad essere soltanto soggetto gestore o erogatore di servizi, ma esprimere una cittadinanza attiva con una forte responsabilità verso il bene comune, acquisire più peso nei confronti della politica e delle istituzioni, essere più coeso ed unito al proprio interno. Il tutto, mantenendo sempre ben salda la propria specificità, fatta di solidarietà e gratuità”. (Clara Capponi)
 
Per saperne di più: www.csv.marche.it

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa