:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Rispetto delle differenze culturali e religiose, un opuscolo per i medici

Manualetto elaborato dalla Asl Roma E con il supporto dei Csv del Lazio Cesv e Spes. Obiettivo: rendere gli interventi relativi alla malattia più attenti ai contenuti psicologici, culturali, spirituali e religiosi del paziente e dei suoi familiari

07 maggio 2012

ROMA - "Rispetto delle differenze culturali e religiose dei pazienti e degli operatori: raccomandazioni pratiche da parte delle comunità religiose" è il titolo di un opuscolo realizzato per gli operatori sanitari, i pazienti e i familiari, nell’ambito del progetto "Accoglienza delle differenze e specificità culturali e religiose nelle strutture sanitarie".
Questo progetto nasce dalla necessità di rendere gli interventi relativi alla malattia più attenti ai contenuti psicologici, culturali, spirituali e religiosi del paziente e dei suoi familiari. Elaborato dalla Asl Roma E, vede anche la collaborazione di diverse associazioni di volontariato e il supporto dei Centri di servizio per il volontariato del Lazio Cesv e Spes uniti nel Laboratorio per l'accoglienza delle specificità culturali e religiose.  
Il tema affrontato dal progetto risulta sempre più attuale nel dibattito nazionale, soprattutto per la presenza, in continua crescita, di cittadini e famiglie migranti, che agisce, nel settore sanitario come in tutti gli altri della società italiana, da cartina di tornasole per verificare nei fatti la volontà dei soggetti pubblici di promuovere e proteggere il benessere non solo fisico dei cittadini, di costruire le condizioni per l'uguaglianza di opportunità, di assumersi le responsabilità del rispetto dei diritti umani per tutti e i dei doveri di accoglienza e solidarietà per i migranti.
Per info: http://www.cesv.org/

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa