:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Firenze, suicidio a Sollicciano. Corleone: "Subito un decreto"

Un detenuto di 47 anni si è tolto la vita. Era ospitato nel reparto assistiti, cioè nel Centro Clinico. Era una persona in osservazione psichiatrica

24 ottobre 2012

FIRENZE - Questa mattina alle 7,30 nel carcere di Sollicciano c’è stato un nuovo suicidio. Un detenuto nato nel 1965 ed entrato in carcere nel maggio di questo anno, si è tolto la vita. Era ospitato nel reparto assistiti, cioè nel Centro Clinico. Era una persona in osservazione psichiatrica e anche ieri era stato visitato da uno psichiatra.
“Sono sgomento per questa catena di tragedie che si ripetono in modo ineluttabile – spiega Franco Corleone, garante dei detenuti di Firenze - Di fronte a questo, la richiesta di misure radicali e strutturali per affrontare la situazione insostenibile determinata dal sovraffollamento, si dimostra ancora più urgente. La ministra Severino non può accontentarsi di palliativi. E’ urgente un decreto legge subito”.  "Ieri, fa sapere Corleone, un altro detenuto si è tolto la vita nell’istituto penitenziario di Prato".

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa