:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Grosseto, 60 volontari della Misericordia per aiutare gli alluvionati

Arrivano da tutta la Toscana. Staderini: “Per tutto il giorno abbiamo continuato a portare viveri e generi di prima necessità con i nostri 3 gommoni alle abitazioni isolate”

13 novembre 2012

FIRENZE - Sono circa 60 i volontari delle Misericordie della Toscana presenti a Grosseto per portare soccorso alla popolazione colpita dall’alluvione, con squadre delle Misericordie di Empoli, Impruneta, San Mauro a Signa, Sesto Fiorentino (Firenze), Quarrata (Pistoia), San Vincenzo e Gello (Livorno). In arrivo le squadre di Montenero e Livorno. Nel Grossetano comincia a defluire l’acqua nella zona di Albinia. “Tra poco metteremo all’opera le idrovore – dice Gianluca Staderini, delle Misericordie toscane - mentre per tutto il giorno abbiamo continuato a portare viveri e generi di prima necessità con i nostri 3 gommoni alle abitazioni isolate. Mancano ancora acqua, luce e telefono. L’acqua è ancora alta nella zona industriale di Albinia e nelle campagne a monte. Ci sono tante persone che non vogliono lasciare la loro casa, anche in paese. Spostarsi sul territorio a sud di Grosseto è ancora molto difficile”. Le Misericordie toscane continuano a lavorare anche in provincia di Massa Carrara, dove sono all’opera circa 50 volontari delle Misericordie di Buti (PI), Capezzano Pianore (Lu), Cascina (PI), Pisa, Pistoia, Quarrata (PT) e San Casciano Val di Pesa (FI). Probabile un aumento dell’impegno richiesto nelle prossime ore.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa