:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Disturbi comportamenti alimentari, a Lecce il primo Forum delle associazioni

Nell'ambito della manifestazione nazionale “Pe(n)sa differente”, associazioni di tutta Italia e non solo si sono incontrate per scambiarsi esperienze e avanzare proposte. Pesa l’assenza di linee guida condivise e la dispersione dei fondi

14 giugno 2013

LECCE – Si è tenuto ieri a Lecce il 1° Forum Nazionale delle Associazioni che in Italia si occupano di anoressia, bulimia e obesità. L'incontro si è svolto nell'ambito di “Pe(n)sa differente. Festeggia il tuo peso naturale!”, manifestazione nazionale di sensibilizzazione, informazione e formazione su patologie quali anoressia, bulimia e obesità, nonché sul concetto di “peso naturale”. Si è trattato di un importante momento di scambio e confronto volto a valorizzare le peculiarità e le potenzialità di associazioni che, in luoghi diversi e con differenti modalità,  operano per un obiettivo comune.
Il Forum ha visto la partecipazione di 14 realtà provenienti da tutt'Italia sbarcate nel capoluogo salentino per lavorare dialogicamente all’individuazione di temi salienti, di necessità e di propositi. A rendere internazionale l'importante incontro di Lecce, la presenza di Pavlina Parashkevova di Young People’s Participation officer e Claire Morgan di Beat Young Ambassador - B-eat (UK9 B-eat provides helplines, online support and a network of UKwide self-help groups to help adults and young people in the UK beat their eating disorders, due realtà che da anni si occupano di disturbi del comportamento alimentare.
 
“L'intento del Forum – spiega Andrea Sagni, coordinatore del Forum – è di creare un momento di scambio tra diverse realtà per far emergere i punti in comune e le differenza, mettere a fuoco i punti di forza e di debolezza e avanzare proposte e richieste concrete alle istituzioni”. Tra i temi caldi, la dispersione dei fondi e l'assenza di una cura da parte del Governo, la necessità di trovare delle linee guida condivise e l'urgenza di lavorare sulla prevenzione attraverso un approccio integrato.
Quest'esperienza di scambio e di incontro è solo il primo passo per la creazione di una rete tra le associazioni e di una piattaforma sul web, grazie al quale conoscersi e fare informazione sul tema.
 
Al Forum hanno aderito: ADAC (Cosenza), ADEPO (Salerno), Anthropos (Bari), Centro Gruber (Bologna), Dedalo FIDA (Firenze), Erika (Milano), FIDA Torino (Torino), In Volo (Parma), Io sono bellissima (Lecce), Mi Nutro di Vita (Milano), ONLUS Salomé (Lecce), Rotary Club (Lecce), Sulle Ali delle Menti (Ferrara) e Specchi d’Acqua (Montecatini Terme).
“Pe(n)sa differente. Festeggia il tuo peso naturale!” è un'iniziativa ideata e organizzata da ONLUS Salomè, associazione scientifico-culturale, e Big Sur, laboratorio di immagini e visioni, con la direzione scientifica di Caterina Renna e la direzione artistica di Francesco Maggiore. Tra gli obiettivi, quello di celebrare la differenza fisica, mentale ed emozionale di ciascuna persona, riconoscendo la bellezza in tutte le sue forme. Questa è la sesta edizione di un evento unico in Italia, nato con la volontà di festeggiare corpo e mente, liberi da ogni omologazione, e di promuovere l’espressione creativa e la bellezza autentica. Il claim “Pe(n)sa differente” contiene in sé due accezioni: l’una si riferisce al peso, che è determinato da molti fattori tra i quali quelli genetici e che quindi non può essere un numero ideale valido per tutti; l’altra si riferisce alla necessità di pensare, ciascuno con la propria testa, al fine di elaborare il proprio modo originale di essere nel mondo. Testimone dell’edizione 2013, la filosofa, scrittrice, giornalista e Deputata alla Camera Michela Marzano, autrice del libro “Volevo essere una farfalla”. (spa)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: disturbi alimentari

Stampa Stampa