:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

''Barbie sarebbe anoressica''. Gli Usa lanciano la bambola con misure umane

Grazie a un crowdfunding un giovane artista americano metterà in produzione una bambola le cui misure sono calcolate in base alle proporzioni reali di una ragazza media. Obiettivo promuovere ai bambini un’immagine reale del corpo femminile

13 marzo 2014

Barbie in proporzioni reali - comparazione

È una notizia che sembra fatta apposta per accompagnare la Giornata nazionale contro i disturbi alimentari, che si celebra sabato 15 marzo in varie città italiane. L'artista americano Nickolay Lamm aveva creato lo scorso anno un prototipo di bambola le cui misure sono basate sulle dimensioni medie pubblicate dal governo degli Stati Uniti riguardo una ragazza americana di 19 anni. Lo riposta la sezione in lingua spagnola del sito della Bbc. Attraverso un “crowdfunding”, il progetto ha ottenuto ora il denaro necessario per iniziare la produzione: si è arrivati infatti a 11.209 sostenitori con un ricavato di più di 300 mila dollari. L’obiettivo di Lamm è quello di creare 5 mila bambole entro il mese di novembre di quest’anno, quando verrà messa in vendita.

Lammily
Barbie in proporzioni reali

Il motto lanciato dall’artista ventiquattrenne è “la media è bella”. La sua creazione si chiama Lammily ed è una bambola realizzata secondo le proporzioni tipiche del corpo umano, con polsi, ginocchia, gomiti e piedi, con poco trucco e dai vestiti semplici. Nella sua ricerca, scrive il quotidiano Daily Mail, Lamm aveva scoperto che, mettendole in scala con una normale altezza umana, le bambole Barbie avrebbero misure irrealistiche in confronto con la tipica diciannovenne americana. “È stato stimato – dice Lamm - che se dovesse esistere un essere umano come Barbie, peserebbe circa 48 chili e avrebbe un indice di massa corporea irreale, ciò corrisponderebbe al peso di una persona anoressica”.

L’obiettivo di Lamm è promuovere un'immagine più positiva del corpo femminile ai bambini. “Voglio mostrare che la media è bella: invece di aspettare che accada il cambiamento, cerchiamo di essere il cambiamento - dice l’artista in un video su YouTube per la sua campagna di finanziamento - in modo che le nostre ragazze possano crescere fino a diventare più felici, donne forti, veramente fiduciose e orgogliose del proprio corpo”.

box

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Anoressia, Bulimia, Donne, Adolescenza, Minori

Stampa Stampa