:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Il Sud raccontato dai giovani videomaker: storie di riscatto sociale

Scelti i vincitori del contest "Una storia con il Sud". Primo premio al progetto dell'associazione Apriti cuore di Palermo che impegna ragazzi a rischio nel restauro di una storica barca a vela. Premiate anche 5 storie esemplari

02 agosto 2014

"Lisca Bianca" è una barca a vela che ha fatto storia. I suoi proprietari ci hanno vissuto e ci hanno girato il mondo. Ora è ferma. Quasi un relitto. Ma alcuni giovani del circuito penale, ragazzi a rischio esclusione e ospiti di una comunità terapeutica di Palermo, lavorano insieme per restaurarla. Perché possa riprendere il mare, un mare che "rigenera". "Lisca bianca" è anche il titolo del video che ha vinto il contest "Una storia con il Sud". Un racconto di inclusione proposto dall'associazione Apriti cuore di Palermo e realizzata dal videomaker Enrico Montalbano. Il riconoscimento infatti, assegnato dalla Fondazione con il Sud con l’obiettivo di promuovere, diffondere e far conoscere le buone pratiche avviate nel meridione, punta a far incontrare chi "conosce bene" le storie (associazioni e organizzazioni non profit), con chi le può "raccontare bene" (videomaker), attraverso video di 3 minuti.

box All’iniziativa hanno partecipato complessivamente 113 filmati e 200 storie. Si può infatti partecipare anche raccontando un'esperienza di partecipazione, impegno civile e riscatto sociale. I concorrenti sono stati valutati da una Giuria di qualità composta da Carlo Verdone (attore e regista), Isabella Aguilar (sceneggiatrice), Antonio Polito (direttore del Corriere del mezzogiorno), Luca Mattiucci (giornalista del Corriere della sera) e Carlo Borgomeo (presidente della Fondazione con il Sud).

Nella sezione video il primo premio è andato a "Lisca Bianca". Secondo classificato "Io ci provo" di Mattia Epifani  per l'associazione Factory Compagnia Transadriatica di Lecce. Un video che racconta la storia del laboratorio teatrale rivolto ai detenuti della sezione maschile della Casa circondariale Borgo S. Nicola di Lecce. Terzo classificato "Vico esclamativo" di Efisio Scanu per la Cooperativa sociale "La Paranza", una galleria di personaggi e suggestioni dal Rione Sanità di Napoli: la storia della sua gente, che ne vive quotidianamente le contraddizioni ma anche il riscatto sociale reso possibile dalle "energie buone" del territorio. Agli autori dei tre video andranno i seguenti riconoscimenti: 4.000 euro al primo, 2.500 euro al secondo, 1.500 euro al terzo classificato.

Cinque i premi assegnati nella sezione storie. Se li aggiudicano l'associazione Migrantes di Brindisi, la Cooperativa sociale Giancarlo Siani di Napoli; l'associazione Is mascareddas di Cagliari; l'associazione Volta la carta onlus di Palermo  e associazione Avvocato di strada di Foggia. Queste organizzazioni non profit riceveranno un contributo di 1.500 euro ciascuna. Le storie più votate sul web sono state quelle della Cooperativa sociale Il germoglio di Avellino e dell’associazione Nova vita di Lecce che riceveranno un premio di 500 euro.

"Innanzitutto vogliamo ringraziare tutti i partecipanti all’iniziativa – dichiara Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione con il Sud - siamo molto soddisfatti del successo dell’esperimento, per tanti motivi. Ne segnalo in particolare due. La grande voglia, direi quasi la necessità, espressa dalle tante associazioni che operano nelle regioni meridionali di raccontare e far sapere a tutti che esiste un pezzo di Italia e di Sud che è protagonista di un formidabile processo di riscatto, spesso silenzioso, portato avanti con coraggio e determinazione, costruendo reti e alleanze nel territorio. La seconda è che abbiamo scoperto, anche se un po’ lo speravamo, come queste buone pratiche siano felicemente contagiose, conquistando la stima e il calore dei videomaker e delle tante persone comuni, soprattutto giovani, che sul web hanno già visto e dato la propria preferenza a storie e video".

L’iniziativa ha il patrocinio della Fondazione Alberto Sordi per i giovani e la collaborazione di: Anem – Associazione nazionale esercenti multiplex; TG1 Fa' la cosa giusta; Corriere.it; Premio L’anello debole – Capodarco corto film festival; Lpm – Live performers Meeting; Shoot4Change; Cresm – Centro ricerche economiche e sociali per il meridione.

Tutti i video e le storie su: www.esperienzeconilsud.it/unastoriaconilsud

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Fondazione con il Sud

Stampa Stampa