:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

In primo piano:
European drug report 2016

31/05/2016

Stampa Stampa

Insettopia tour, famiglie di ragazzi autistici invadono Roma. "Vogliamo diritti"

Venti Smart con a bordo ragazzi autistici hanno percorso le principali vie del centro. Alla guida i genitori che chiedono il riconoscimento di diritti fondamentali, dall'inclusione al Dopo di noi. L'idea è di Gianluca Nicoletti. Il corteo si conclude al Cnr per la presentazione del libro ”Alla fine qualcosa ci inventeremo”

18 settembre 2014

Insettopia parcheggi. Macchine in fila

ROMA – "Per Gabriele oggi sarà un giorno bellissimo, perché potrà fare quello che più gli piace: andare in macchina, mangiare, stare tra i suoi amici. E soprattutto farlo senza pensare agli sguardi imbarazzati della gente, perché l'obiettivo è non scansarci, ma farci notare il più possibile”. Lo dice con forza Paola, uno dei 20 genitori di ragazzi autistici, che ha risposto alla chiamata di Gianluca Nicoletti, giornalista radiofonico e scrittore, per l'Insettopia tour. Un giro per le principali vie della città di Roma con 20 Smart elettriche, per rivendicare diritti per i ragazzi autistici e le loro famiglie: dall'inclusione scolastica al Dopo di noi.

 

Insettopia. Inaugurazione parcheggi. Persone

La carovana parte alle 14,45 da via della Moschea, dopo una merenda offerta ai ragazzi, e si dirige verso il centro per toccare alcuni luoghi simbolo della Capitale e delle sue istituzioni: piazza Trinità dei Monti, piazza di Spagna, il Campidoglio e il Quirinale. Il clima è quello della festa, lo slogan scelto è “Diamoci una forte carica, daremo una forte scossa”. Si procede lentamente, come nella migliore tradizione delle critical mass, l'obiettivo è che questo corteo dei diritti sia ben visibile a tutti. “La gente ci guarda perplessi, con un po' di fastidio, non si capacita perché 20 macchine verdi vadano così piano con dei ragazzi che guardano fuori e salutano – racconta Nicoletti, alla guida di una delle auto, con affianco suo figlio Tommy -. Loro ci guardano perplessi ma noi siamo felici”. “Vogliamo farli vedere il più possibile questi ragazzi, da un quartiere all'altro di Roma – aggiunge Marilena – è importante questa visibilità per noi che siamo in realtà invisibili. Quello che chiediamo è solo che abbiamo una vita adeguata”.

Insettopia parcheggi. Genitori e figli 1

Le Smart bianche e verdi, noleggiate a prezzo simbolico, fanno parte di un'idea nata in collaborazione con Aci Roma e Aci consult, per permettere a genitori e figli di circolare liberamente all'interno di Roma, compresa la Ztl, parcheggiando gratuitamente all'interno di tutte le strisce blu. Tutto questo attraverso una convenzione stipulata con Edilfar rent. Dal punto di vista pratico, le famiglie dovranno recarsi presso il parcheggio Delle Muse, parcheggiare qui la propria auto e prendere la Smart, con cui attravaersare la città anche per tutta la giornata. “ E' l'ultima follia di Gianluca Nicoletti – spiega Riccardo Colicchia direttore di Aci Consult – ha scoperto che Tommy amava viaggiare sulle auto elettriche che fanno meno rumore, e ha proposto questa iniziativa importante che coniuga la rivendicazione dei diritti delle persone disabili con l'amore per l'ambiente”. Anche Riccardo prende parte al corteo con sua figlia, una ragazza con sindrome di Down: “Questa non è una battaglia solo per le famiglie che hanno ragazzi autistici ma è un'iniziativa che ci tocca tutti. Nel suo libro Gianluca ha messo in luce angosce e paure che accomunano tutti i genitori di ragazzi disabili, è quindi importante che siamo tutti insieme oggi a farci vedere dalla città e dalle istituzioni”. Il corteo a “passo di lumaca” attraversa via del Corso, piena di turisti che guardano con stupore le macchine. “In molti ci hanno fermato per chiedere cosa stavamo facendo – racconta Natalia, mamma di Tommy – pensavano a un raduno di Smart, ma poi abbiamo spiegato il senso di Insettopia, e si sono mostrati interessati”.  

Insettopia. Inaugurazione parcheggi

Tra i partecipanti alla carovana anche Erica Battaglia, presidente della Commissione politiche sociali del Comune: “è importante dare un segnale di presenza istituzionale in un'iniziativa che ha volto interrogare la città di Roma sull'inclusione delle persone con autismo, i numeri sono alti e le famiglie coinvolte migliaia – sottolinea -non è una risposta ai problemi dell'autismo ma sono qui per dire che sono con loro”. L'insettopia tour si concluderà nel pomeriggio a piazzale Aldo Moro, sede del Cnr, dove sarà presentato il libro “Alla fine qualcosa ci inventeremo” di Gianluca Nicoletti. Intanto la carovana ha vinto una piccola battaglia: “A via Petroselli è scesa ad incontrarci Anna Vincenzoni, assessora alla Mobilità del I municipio, e ci ha assicurato uno spazio per l'attività di ortoterapia che porteremo avanti con Insettopia house, è già un grande risultato per questa giornata”, conclude Natalia. (ec)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Insettopia, Gianluca Nicoletti, Autismo

Stampa Stampa