:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

L'Aipd incontra la "tognazza". Nasce il vino solidale, "disegnato" da bimba down

La nuova etichetta del vino prodotto dall’azienda della famiglia Tognazzi è stata disegnata da Lucrezia, bimba di 6 anni con sindrome di Down. Sabato la serata di presentazione, “Stasera cucino io”, con cuochi e camerieri dell’Aipd

22 ottobre 2014

- ROMA – Un “vino solidale” di primissima qualità, degli chef d’eccezione, “selezionati” dall’Aipd di Roma e la fantasia di una bambina di 6 anni con sindrome di Down: sono questi gli ingredienti della “Tognazza che ama”, la nuova etichetta firmata dalla nota azienda gastronomica di Castel Gandolfo e nata da un progetto della Tognazza, in collaborazione con Aipd (associazione italiana Persone Down) di Roma. 

La nuova etichetta "Tognazza amata", disegnata da Lucrezia, una bimba con sindrome di Down, sarà presentata sabato 25, in occasione della serata “Stasera cucino io”, organizzata dalla Tognazza, nella sua storica sede di Velletri e dedicata all’Aipd Roma. Protagonisti sempre i ragazzi dell’Associazione che saranno i veri padroni della sala e della cucina, saranno loro ad accogliere gli ospiti e a dar vita ai piatti della serata.. Tra i quattro scelti per la serata anche Nicolas, volto noto e partecipante al reality “Hotel 6 Stelle”, andato in onda la scorsa primavera su Rai 3. 

L’etichetta è nata da un concorso interno per i ragazzi dell’associazione, che hanno dato spazio al loro talento: un vero e proprio laboratorio di idee dove raccontare, con delle immagini, il tema scelto per l’occasione: “quello che amo di più”. Lucrezia ha avuto l’idea più bella, da cui poi l’etichetta è stata realizzata. 

Vini la Tognazza

Entusiasta del progetto GianMarco Tognazzi, figlio del famoso Ugo: “La Tognazza nasce dall’amore di mio padre per la campagna e la buona cucina, io a modo mio e con passione continuo per questa strada. Ho conosciuto l’Aipd Roma e i suoi ragazzi un anno fa e subito ho capito che dovevamo fare qualcosa insieme, perché sono ragazzi speciali, pieni di entusiasmo e gioia di vivere. Ed è propria quella loro gioia di vivere che hanno trasmesso nei loro disegni. Quello prescelto per l’etichetta in fondo è la sintesi della felicità!” 

“In vino veritas. E’ proprio il caso di dirlo – spiega il presidente di Aipd Roma Giampaolo Celani. Chi ha modo di conoscere una persona con sindrome di Down scopre che questa dice sempre la verità, anche quando è scomoda. Non ha bisogno di fingere. Può non comunicare bene a parole, può non saper scrivere, ma sa sempre come farsi amare perché è sincera. E' un lui, una lei. Con un nome, un cognome, una storia. Siamo contenti che sia proprio GianMarco, con il suo vino, ad aiutare a far scoprire chi sono le persone con sindrome di Down e l’Aipd Roma con i suoi progetti e servizi”. 

Appuntamento per la presentazione del progetto “La Tognazza che ama” e la degustazione del nuovo vino solidale, sabato 25 ottobre alle ore 18.30 presso La Tognazza di Velletri (via Colle Ottone Basso, 84). A seguire la cena con la presentazione e degustazione per gli ospiti. Aperte le prenotazioni allo 06 9625352 o asociazione@latognazza.net. Costo: 30 euro a persona. L’intero incasso della serata sarà devoluto all’Aipd Roma.

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Hotel 6 Stelle, Aipd

Stampa Stampa