:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Un portafoglio speciale aiuta i ragazzi down a fare la spesa

A Fa' la cosa giusta! (Milano, 13-15 marzo) espositori, incontri e laboratori sulle innovazioni nel campo dell'accessibilità. Si potrà percorrere la fiera su sedia a rotelle, scoprire itinerari pedonali accessibili per visitare le città d0arte senza barriere e i prodotti audiovisivi per spettatori non vedenti e ipovedenti

07 marzo 2015

MILANO - Fa' la cosa giusta è la fiera degli stili di vita sostenibili. E senza un'attenzione particolare a chi vive, in maniera permanente o temporanea, una situazione di disabilità non ci può essere società o comunità che possa dirsi sostenibile, per tutti. Nella dodicesima edizione della fiera, che si tiene dal 13 al 15 marzo nei padiglioni di Fieramilanocity, ci saranno espositori, incontri e laboratori sulle innovazioni nel campo dell'accessibilità. Con la convinzione, che se un ambiente o un oggetto è accessibile a chi è disabile, è in realtà adatto a tutti. Qui di seguito alcune delle realtà o degli eventi che i visitatori troveranno a Fa' la cosa giusta!.

boxIl laboratorio “in tutti i sensi”, organizzato da BeHandy, porterà i visitatori a percorrere la fiera su sedia a rotelle, per guardare la realtà da un punto di vista decisamente nuovo e sperimentare le barriere di chi si muove quotidianamente su ruote.

Le guide “A ruota libera”, di Polaris Edizioni, portano alla scoperta di itinerari pedonali accessibili alla sedia a rotelle che tocchino i maggiori luoghi d’interesse storico culturale, per permettere anche a chi si muove su sedia a rotelle di godersi il centro storico delle nostre città. L'associazione I Tetragonauti propone attività di formazione e crescita a contatto con il mare per persone con disabilità fisica, sensoriale e mentale, adolescenti in situazione di disagio sociale, anche del circuito penale e anziani. L'attività educativa de I Tetragonauti passa per esperienze di viaggio come navigazione a vela, immersioni subacquee, laboratori e teatro di figura.

Aipd, Associazione Italiana Persone con sindrome di Down, presenterà a Fa' la cosa giusta! uno speciale portafoglio, progettato per rendere più facile il pagamento da parte dei ragazzi con sindrome di Down, rinforzando la distinzione tra i vari tagli di banconote e monete e quindi il loro riconoscimento. Il modello è già in fase di sperimentazione in 12 città italiane. Al mercato dei saperi, organizzato da Aipd, persone anziane e persone con la sindrome di Down si incontreranno e si scambieranno le cose che sanno fare. Queste andranno dalle semplici attività quotidiane, come fare la spesa, pagare le bollette, fare le pulizie in casa, fino ai saperi più complessi come la preparazione di una marmellata, una telefonata al cellulare, la riparazione di oggetti rotti e ricevere in cambio i saperi che desiderano.

Film Voices vuole rendere accessibile la fruizione dei prodotti audiovisivi a spettatori non vedenti e ipovedenti attraverso produzione di audiodescrizioni, realizzate all'interno di un laboratorio integrato tra professionisti vedenti e con disabilità visiva. Il progetto è nato a Bologna nel novembre del 2009 da una consapevolezza: il consumo culturale e di intrattenimento è fondamentale nel processo di integrazione sociale. 

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Fa' la cosa giusta!, Disabilità, Sindrome Down

Stampa Stampa