:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Se tutti parlassero in Lis, lo spot senza barriere che commuove il web

La campagna di Samsung Turchia sta diventando un caso. Oltre 7 milioni di visualizzazioni in pochi giorni per il video che riprende la giornata di un ragazzo sordo in una città in cui tutti comunicano con lui attraverso la lingua dei segni

13 marzo 2015

- ROMA – Vivere una giornata senza barriere, in cui tutti, dal fruttivendolo, al tassista fino al panettiere, comunicano anche in Lis. L’evento eccezionale è successo a Muharrem, un ragazzo sordo, protagonista suo malgrado di uno spot prodotto da Casta Diva pictures, per Samsung Turchia. Il ragazzo è stato seguito per tutta la giornata con delle telecamere nascoste che hanno ripreso il suo stupore nel vedere l’intera città parlare con lui attraverso la lingua dei segni. Ora lo spot, che sta commuovendo il web, è diventato un caso per l’alto numero di visualizzazioni: in poche settimane è stato visto infatti da 7.627.592 persone sulla pagina Facebook di Samsung Turchia.

Il video, intitolato Hearing Hands, ha lo scopo di annunciare un nuovo servizio di Samsung dedicato ai non udenti: un video call center. Dopo un mese di preparazione che ha compreso posizionamento di telecamere nascoste e corsi intensivi di linguaggio dei segni per tutti gli attori Muharrem, ha avuto la sua giornata senza barriere. Il ragazzo è  stato selezionato grazie alla collaborazione con l’Associazione turca dei sordi, ed è stato tenuto all’oscuro di tutto.

Spot Samsung. Foto 2

Lo spot è stato girato a Istanbul nell’arco di una giornata. Si vede così Muharrem alle 8 del mattino:  uscire dicasa con la sorella, complice del team di produzione, e incontrare un passante che lo saluta utilizzando il linguaggio dei segni. Poi anche il panettiere, un ragazzo dal fruttivendolo e una ragazza che “casualmente” lo urta per strada, si rivolgono a lui sempre utilizzando il linguaggio dei segni. Muharrem è incredulo. Infine il taxista, che lo accoglie sempre utilizzando la Lis lo conduce davanti a un totem interattivo; sullo schermo compare una ragazza che finalmente fa chiarezza a Muharrem: Samsung l’ha scelto come testimonial per lanciare Samsung Duyan Eller, un video call center per aiutare i non udenti.

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Accessibilità

Stampa Stampa