:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Bologna-Napoli in bici: impresa riuscita per la mamma di due bimbi autistici

Obiettivo: trovare fondi per realizzare un parco giochi inclusivo per bambini disabili sotto le Due Torri. In una settimana, Annamaria Cecaro ha percorso circa 700 chilometri. Servono 1000 euro da raccogliere con il crowdfunding

23 giugno 2015

Roma - Impresa riuscita per Annamaria Cecaro e Pierre Cesaratto. I due sono partiti in bici da piazza Maggiore a Bologna lo scorso 15 giugno ed oggi sono arrivati a Napoli, in piazza del Plebiscito. A sospingere le loro pedalate, la voglia di sensibilizzare la societa' civile con una raccolta fondi itinerante per realizzare un parco giochi inclusivo per bambini disabili sotto le Due Torri.

In una settimana Annamaria e Pierre hanno percorso circa 700 chilometri lungo la costa adriatica per poi superare l'appennino all'altezza di Termoli e dirigersi verso la Campania. Le sette tappe di questa loro avventura sono state raccontate su Facebook con foto e video alla pagina "Bologna/Napoli in bici…700 km di sorrisi". In questo modo, i ciclisti in missione per conto di una buona causa hanno chiesto a coloro che li hanno seguiti in rete di aiutarli a raggiungere i 1.000 euro necessari per realizzare il loro progetto attraverso il crowdfunding.

Nella piazza simbolo del capoluogo campano, ad attendere Annamaria Cecaro e Pierre Cesaratto l'assessore cittadino allo Sport, Ciro Borriello, i ragazzi dell'associazione Fiab, cicloverdi, ciclisti urbani e cicloescursionisti, che hanno organizzato una biciclettata notturna.

L'idea di realizzare questo viaggio per raccogliere fondi e comprare giochi inclusivi e' venuta ad Annamaria, 46enne di origine napoletana e mamma single di 2 bambini autistici che, da 11 anni, lavora come operatrice socio-sanitaria a Bologna. Dopo aver letto un articolo sulla storia di Claudia Protti e Raffaella Bedetti, due mamme di Santarcangelo di Romagna che, con una pagina Facebook e il blog Parchi per tutti, sono riuscite a ottenere un parco attrezzato con giochi adatti ai loro figli disabili, ha pensato di fare qualcosa anche nella sua citta'. A sposare la causa della mamma ciclista e' stato quindi Pierre Cesaratto, 25enne di Udine che da diversi anni gira il modo in sella alla sua bicicletta.

Sul web ha una delle pagine Facebook piu' seguite tra gli amanti delle due ruote e quando Annamaria gli ha proposto di partecipare al progetto non ci ha pensato due volte e ha iniziato a contattare sponsor e cercare sostenitori tra i suoi 10 mila fan. Il tour a pedali di Annamaria e Pierre e' stato patrocinato dal comune di Bologna e da quello di Napoli. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale

Tag: crowdfunding, Autismo

Stampa Stampa