:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Mobilità sostenibile, la Toscana punta su cicloturismo ed escursionismo

La giunta toscana ha approvato la nascita di un coordinamento regionale che si occuperà della mappatura, realizzazione, gestione e mantenimento degli itinerari ciclabili ed escursionistici toscani

06 ottobre 2015

FIRENZE - Valorizzare e promuovere sentieri, antiche vie e moderni itinerari per incentivare cicloturismo ed escursionismo, esempi concreti di un modo sostenibile di spostarsi e viaggiare.  Con questo obiettivo la giunta toscana, in linea con quanto annunciato dal presidente Rossi nel suo elenco di 25 punti da realizzare entro i primi 100 giorni di Governo, ha approvato la nascita di un coordinamento regionale che si occuperà della mappatura, realizzazione, gestione e mantenimento degli itinerari ciclabili ed escursionistici toscani.

Del coordinamento, che sarà una vera e propria cabina di regia, faranno parte rappresentanti delle Direzioni mobilità ed attività produttive (con il contibuto anche delle Direzioni Ambiente e Urbanistica). Sarà il luogo in cui le politiche regionali per la mobilità e quelle per il turismo si fonderanno con il fine di favorire la promozione dell'escursionismo, del cicloturismo e la valorizzazione turistica degli itinerari ciclabili ed escursionistici.

"Crediamo nella mobilità sostenibile ed in un turismo  consapevole - hanno detto gli assessori regionali ai trasporti ed al turismo Vincenzo Ceccarelli e Stefano Ciuoffo, promotori della delibera - e stiamo lavorando per favorire sempre più sia i cittadini che sceglieranno di lasciare l'auto in garage per i loro spostamenti quotidiani, sia i turisti che visiteranno la nostra regione in modo slow, a piedi o in biciletta, per conoscere e comprendere al meglio l'essenza della Toscana".

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa