:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Profughi volontari, i comuni possono richiedere contributi

La scadenza per usufruire delle risorse regionali è il 23 ottobre. L’obiettivo è quello di far partecipare i migranti ai lavori socialmente utili

13 ottobre 2015

FIRENZE - I comuni toscani hanno tempo fino al 23 ottobre prossimo per inviare le richieste di contributo per l’attività volontaria dei migranti nei lavori socialmente utili, come previsto dal protocollo recentemente siglato da Anci Toscana, Regione e Prefetture. Le domande dei comuni, o degli enti da essi delegati, devono essere trasmesse tramite posta certificata all'indirizzo regionetoscana@postacert.toscana.it.

- Il protocollo, che stanno firmando anche associazioni di volontariato e cooperative che gestiscono l'attività di accoglienza, prevede che la Regione garantisca fino ad un massimo di 100 euro una tantum per ogni profugo-volontario, per la formazione, l'acquisto del vestiario necessario, la responsabilità civile verso terzi e l'assicurazione contro eventuali infortuni. Le risorse andranno ai Comuni e la Regione ha stanziato per adesso 100 mila euro. Per informazioni o chiarimenti ci si può rivolgere al settore innovazione sociale della Regione allo 055 438 3544 oppure scrivendo apoliticheimmigrati@regione.toscana.it

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa