:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

FedEx dona denaro e trasporti per i migranti africani in viaggio verso l'Ue

La multinazionale dei corrieri espressi ha stanziato un milione di dollari e servizi di trasporto di medicinali, kit igienici e “borse per il futuro” a chi scappa dalle guerre. Italia, Grecia, Serbia, Ungheria e Macedonia i paesi destinatari degli aiuti

01 novembre 2015

NAIROBI - Per fronteggiare una crisi dei migranti sempre più difficile da gestire, la società di trasporti internazionale FedEx ha donato 1 milione di dollari in contanti, più approvvigionamenti e trasporti medici d'emergenza, alle migliaia di migranti e rifugiati che fuggono dalle guerre in suolo africano, diretti verso l’Europa. FedEx intende anche fornire un'assistenza duratura alle persone e alle comunità che li ospitano.

-"Il supporto umanitario è nel nostro dna da decenni. FedEx sa come una crisi del genere possa sconvolgere la vita delle comunità", dichiara David Ross, presidente regionale di FedEx Express in Medio Oriente, India e Africa: "Lavorando insieme alle organizzazioni di aiuto umanitario stiamo sfruttando le nostre risorse e la nostra rete globale di trasporti per dare assistenza alle persone in difficoltà, aiutandole a migliorare le loro condizioni di vita nei paesi europei dove hanno cercato riparo".

Grazie al contributo monetario e a quello dei trasporti, FedEx fornirà assistenza immediata e a lungo termine a chi è colpito dalla crisi. Nello specifico, ha donato 1 milione di dollari in contanti alla Croce Rossa e alla Mezzaluna Rossa, in risposta alla richiesta di assistenza da parte di queste ultime in stati colpiti dalla crisi quali Italia, Grecia, Serbia, Ungheria e Macedonia. Oltre a ciò, FedEx trasporterà per Direct Relief grandi quantità di medicinali che verranno usati nei campi profughi in diverse nazioni europee. Per conto di Heart to Heart International invece trasporterà grandi quantità di kit per l'igiene essenziale che l'International Medical Corps utilizzerà nei campi profughi in Grecia per le cure d'emergenza. Tutto questo lavorando sempre insieme ai partner locali nei paesi più colpiti.

FedEx regalerà ai profughi più giovani delle "borse per il futuro" (bags to the future). Ognuna di esse contiene giocattoli e altri oggetti che aiuteranno i bambini ad ambientarsi nella nuova realtà. La realizzazione di queste borse è stata possibile grazie alle donazioni degli impiegati di FedEx.

© Copyright Redattore Sociale

Tag: Fedex, Immigrazione, accoglienza, Europa, Africa, Solidarietà

Stampa Stampa