:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Aids, spot nei cinema e una App per prevenirlo

In Toscana iniziative per sensibilizzare sul tema in occasione della giornata mondiale. L’assessore Saccardi: “Fondamentale promuovere corretta informazione”

30 novembre 2015

- FIRENZE – Domani, in occasione della giornata mondiale contro l’Aids, anche la Regione Toscana scende in campo con una serie di iniziative, tra cui la App I love - Safe Sex, e 5 filmati trasmessi in 40 sale cinematografiche della regione. "Per contrastare la diffusione del virus Hiv - dice l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi - è fondamentale promuovere una corretta informazione, rivolta a tutta la popolazione, e in particolare ai giovani, per invitare all'adozione di comportamenti sicuri. Per questo da tempo la Regione Toscana promuove e sostiene programmi di sensibilizzazione, con interventi rivolti soprattutto ai giovani in ambito scolastico, per rafforzare e potenziare la consapevolezza sui temi dell'affettività e della sessualità sicura".

L'applicazione offre informazioni complete sulle malattie sessualmente trasmesse indicando per ognuna di queste quali sono le modalità di trasmissione, i sintomi e la cura; è inoltre disponibile un elenco completo ed aggiornato dei centri prelievo a cui rivolgersi per fare in forma anonima e gratuita il test Hiv. Da dicembre 2014 a luglio 2015, sono stati 1.500 i download su smartphone e iphone, un numero importante e destinato a crescere.

Inoltre, la sinergia tra assessorato alla sanità della regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana e Agis Toscana ha reso possibile la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione per la prevenzione del virus Hiv, partecipando alla giornata mondiale contro l'Aids attraverso la diffusione di spot nelle sale cinematografiche aderenti alla Fice Toscana. Si tratta della trasmissione di filmati sul tema della prevenzione della durata di massimo 3 minuti, che provengono dal concorso "Se hai la testa fai il test", un video contest che premia i lavori migliori sul tema della percezione del rischio e prevenzione dell'Aids organizzato annualmente dal Florence Queer Festival, dedicato alla cinematografia a tematica Lgbti.

 

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa