:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

In primo piano:
European drug report 2016

31/05/2016

Stampa Stampa

Toscana, laboratori per sviluppare le idee dei giovani

Al via ‘Eye Scandicci’, organizzato in collaborazione con la Regione. L’assessore Grieco ai ragazzi: “Il posto fosso non esiste più, almeno come lo si intendeva un tempo”

15 gennaio 2016

FIRENZE – Un'esperienza e un corso, con otto workshop, laboratori, cinque visite aziendali e stage, per trasformare i sogni in idee di impresa, per trasformare i giovani in imprenditori di se stessi. "Un'esperienza importante anche per chi - ricorda l'assessore all'istruzione e alla formazione della Toscana, Cristina Grieco – per chi imprenditore magari non diverrà". "Perché il posto fisso – dice rivolgendosi ai ragazzi - non esiste più, non esiste più almeno come lo si intendeva un tempo e anche da lavoratori dovrete essere flessibili e imprenditori di voi stessi, creativi".

Si tratta di "Eye Scandicci", quinto anno del format nato a Prato e promosso da Regione e Artes, associazione di ricerca e studio nata nel 1993, assieme ad altri sponsor: 70 sono i ragazzi delle scuole superiori che parteciperanno da oggi fino a maggio al percorso che si prefigge anche l'obiettivo di creare start up, altri 120 studenti si aggiungono nella città laniera. Si tratta di un'iniziativa per la formazione imprenditoriale, per coltivare idee di imprese ma senza mai dimenticare l'etica del lavoro e dell'impresa.

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa