:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

In primo piano:
European drug report 2016

31/05/2016

Stampa Stampa

A Firenze inaugura il Museo della Misericordia

Dopo due anni di lavoro, sarà aperto al pubblico il 20 gennaio in occasione del patrono della Misericordia di Firenze, San Sebastiano. 14 stanze distribuite in circa 600 metri quadri con le testimonianze di sette secoli di attività

15 gennaio 2016

FIRENZE – Dopo due anni di lavoro, sarà inaugurato mercoledì 20 gennaio in occasione del patrono della Misericordia di Firenze, San Sebastiano, il nuovo museo dell’Arciconfraternita. Il nuovo spazio espositivo si trova al quarto piano della storica sede di piazza Duomo, a Firenze, 14 stanze distribuite in circa 600 metri quadri. Nel percorso museale sono racchiuse le testimonianze di sette secoli di attività, di committenze artistiche, di lasciti e donazioni fino ad ora solo parzialmente visibili al pubblico perché conservate in uffici e archivi della Misericordia di Firenze. Si tratta di una ricca esposizione che racchiude circa ottanta pezzi molti dei quali appositamente restaurati per il Museo, tra manoscritti, quadri, stemmi, arredi, oggetti d’uso e manufatti dell’artigianato fiorentino; oltre ad una copia del 1500 dello Statuto dell’Arciconfraternita.

Le sale – cronologicamente ordinate – sono suddivise fra tematiche legate alla storia di Firenze e a quella dell’antica Confraternita, testimoniando un legame che affonda le radici nel 1244. Il patrimonio in mostra è frutto di generose donazioni di privati e di membri della stessa Confraternita, un importante regalo per la città di Firenze proprio nell’anno del Giubileo della Misericordia.

Nel percorso museale vengono proiettati quattro filmati che – oltre al saluto del Provveditore – illustrano la storia della Misericordia di Firenze, il periodo della peste ed i servizi che, oggi, l’Arciconfraternita svolge.
Il Museo sarà aperto al momento il lunedì e il venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00, mentre il sabato dalle 10.00 alle 12.00. L’ingresso è gratuito ma è gradita un’offerta; la gestione dello spazio è totalmente affidata ai volontari della Misericordia di Firenze.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa