:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

In primo piano:
European drug report 2016

31/05/2016

Stampa Stampa

Gela, un cantiere sociale per recuperare i tesori inutilizzati della città

Promosso dalle associazioni di volontariato si aprirà domani. Focus sui beni comuni, la sicurezza sociale, la mobilità, l'ambiente, la lotta alla povertà

19 gennaio 2016

- Si aprirà il 20 gennaio il #cantieregela, il percorso laboratoriale e di riflessione promosso dal Coordinamento delle associazioni di volontariato della città di Gela e che vede anche il coinvolgimento del Cesvop, il Csv di Palermo, per recuperare e riqualificare i molti tesori inutilizzati nella città. Il primo appuntamento sarà un workshop scientifico sui beni comuni, in programma nella Casa del volontariato, in via Ossidiana 27. L’iniziativa, che vuole coinvolgere coloro che desiderano impegnarsi per il bene comune, sarà dunque uno spazio trasversale aperto ad associazioni, volontari, studenti, partiti o movimenti politici, comitati di quartiere, consiglieri comunali, assessori.

“Il #cantieregela sarà diviso in 5 tavoli tematici - spiega Savatore Buccheri del Csv locale - ai quali  si potrà accedere tramite iscrizione. Le aree tematiche sono: 1) sicurezze sociale, emergenza educativa e prevenzione della devianza; 2) mobilità urbana, spazi verdi e sostenibilità ambientale; 3) lotta alla povertà e al disagio, promozione dell'occupazione giovanile e cooperazione sociale; 4) spazi per la cultura e valorizzazione dei beni culturali; 5) cura della persona, servizi socio sanitari e integrazione dei diversamente abili”.

I tavoli tematici sono aperti a tutti, con lo scopo di costruire una nuova cittadinanza basata sulla partecipazione e sulla condivisione e, contemporaneamente, offrire occasioni di formazione; si riuniranno una volta al mese e saranno coordinati da cittadini volontari supportati da un comitato scientifico. Per maggiori informazioni visita il sito del Csv di Palermo

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa