:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Carcere, a Sollicciano corsi per istruttori sportivi

E’ la proposta nata durante un incontro tra Comune e provveditore alla giustizia affinché i detenuti possano sviluppare in carcere una professionalità da poter applicare all’esterno una volta scontata la pena

04 febbraio 2016

FIRENZE – Coinvolgere le federazioni sportive per mettere in piedi corsi per istruttori sportivi tra i detenuti di Sollicciano, così da poter poi dare la possibilità, a chi lo vorrà, di ottenere un brevetto che può diventare un’opportunità di lavoro quando il detenuto avrà terminato di scontare la pena detentiva”.

Questo quanto concordato durante l’incontro tra Nicola Ametrano, presidente della quarta commissione consiliare del Comune di Firenze, il provveditore regionale alla giustizia Carmelo Cantone e il garante dei detenuti di Firenze Eros Cruccolini. “C’è un interesse comune per trovare risorse e implementare gli interventi rivolti a migliorare gli standard di qualità dentro la casa circondariale di Firenze – ha spiegato Armentano – ma, per rendere più dignitosa la permanenza, sono stati ipotizzati percorsi formativi, da poter utilizzare anche successivamente, per facilitarne il reinserimento nel mondo del lavoro dei detenuti”.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa